Morto il medico di base Gino Iannetti: era andato a riposare e non si è più risvegliato

Morto il medico di base Gino Iannetti: era andato a riposare e non si è più risvegliato
di Tito Di Persio
3 Minuti di Lettura
Martedì 20 Luglio 2021, 10:57

 La morte di Gino Iannetti priva la città di Roseto di un medico illustre e un personaggio politico che ha lasciato il segno. Aveva 71 anni. Ieri pomeriggio era in tantissimi a dargli l’ultimo saluto nella chiesa di Santa Teresa di Calcutta, nella frazione di Santa Petromilla. Domenica pomeriggio il medico dopo aver pranzato con i famigliari si era messo a letto per il riposino pomeridiano. La moglie, medico anche lei, lo va a svegliare verso le 14 e si accorge subito che qualcosa non va. Allerta subito i soccorsi e inizia a fare tutte le manovre per rianimarlo. Sul posto arriva immediatamente un’ambulanza medicalizzata del 118. Purtroppo i sanitari non hanno potuto far altro che constatare il decesso. Ad ucciderlo quasi sicuramente un infarto fulminante.
La notizia ha fatto in poco tempo il giro del web.

Teramo, travolto dal trattore: muore padre di tre figli

Centinaia i messaggi di cordoglio ai famigliari. «Un caro amico, con il quale ho condiviso tutta la nostra carriera professionale. Un galantuomo un ottimo professionista, onesto, corretto, come forse nessun altro. Una grave perdita. Non mi resta che abbracciare la dolcissima Germana e i suoi ragazzi», scrive il dottor Sperandii. «In questi mesi di pandemia si era battuto con tutte le sue forze contro il virus per proteggere i suoi pazienti», racconta la sua vicina di casa e amica di famiglia Genny Mummolo. «Ottimo medico, persona stimabile», aggiunge. «Non solo il nostro medico da sempre, ma molto di più. Scherzavamo ogni volta che ci vedevamo allo studio e fuori. Una grave perdita per tutta la comunità. Esprimo le mie più sentite condoglianze alla famiglia. Lo ricorderò per sempre. Un arrivederci», commenta Filippo. «Ringrazio a nome di tutta la mia famiglia tutti coloro che hanno manifestato affetto e vicinanza. Grazie a tutti di cuore», scrive la figlia Chiara su Facebook.
Gino Iannetti era stato anche uomo politico ed eletto più volte come consigliere comunale nelle fila del Pd. Lascia la moglie Germana, con la quale condivide anche lo studio sotto casa, i figli Chiara e Antonio. Terminato il rito funebre come sua volontà il feretro è stato poi tumulato nel cimitero di Santa Margherita di Atri, suo paese di origine.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA