Pescara, gli rubano i pantaloni mentre gioca a calcetto: turista torna a casa in mutande

Martedì 18 Aprile 2017
Ha approfittato che i proprietari fossero intenti a giocare a pallone sulla spiaggia di Pescara per avvicinarsi alle loro borse e rubare soldi, un iphone e persino vestiti. Poi pensando di non essere visto, è fuggito via. Ma qualcuno ha notato l'intera scena e ha avvisato la polizia. Poco dopo, l'uomo, un 30enne di origine ghanese, residente a Pescara, è stato individuato dagli agenti della squadra volante in un bar delle vicinanze e fermato. Stava tranquillamente spendendo i soldi rubati, in tutto circa 35 euro. Sul tavolino, aveva l'iphone e addosso gli abiti che aveva appena portato via dalla spiaggia. In particolare, un pantalone e una giacca. Gli agenti gli hanno trovato anche della droga sintetica. Per l'uomo, che ha precedenti specifici per furto, sono scattate immediatamente le manette. Deve rispondere di furto aggravato, ma anche di danneggiamento.

Nell'indossare infatti i pantaloni, che non erano proprio della sua taglia, li ha strappati. Felicità e disperazione per il proprietario, che aveva deciso di trascorrere una Pasquetta spensierata al mare insieme agli amici, prendendo il sole e giocando. Felicità per aver riavuto in parte i suoi effetti personali, disperazione per essere dovuto tornare a casa senza vestiti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma