Il Papa: «Per misurare la propria fede, mettere mano al portafoglio»

Martedì 18 Novembre 2014 di Franca Giansoldati
Un metro per misurare la fede. Papa Bergoglio ne è sicuro. Esiste davvero un test semplice, sicuro, efficace, anzi efficacissimo, capace di calcolare a quanto ammonta il livello di cristianesimo di ognuno. Semplice: quando la conversione arriva al portafoglio, quando inizia ad intaccare il patrimonio, quando non si ha più paura di condividere il proprio denaro e le proprie ricchezze con chi non ha nulla, allora la conversione è in atto.



Il metro per capire il grado di profondità della propria fede è questo. La riflessione è spuntata stamattina alla messa mattutina a Santa Marta, davanti ad un gruppo di fedeli ai quali Francesco si era raccomandato di stare attenti “a non diventare cristiani tiepidi, comodi o dell’apparenza”. Così ha sottolineato che i cristiani devono sempre rispondere alla chiamata di Gesù, alla conversione, altrimenti da peccatori diventano corrotti. “Convertirsi è una grazia, è una visita di Dio”.



L'occasione per parlare di questo tema è stato un passo dell’Apocalisse di Giovanni e l’incontro di Gesù con Zaccheo, il ricco pubblicano corrotto che finisce per convertirsi. Ciò che il Papa non vuole è vedere i cristiani all'acqua di rose che vivono nella “spiritualità della comodità”. E che pensano: “faccio le cose come posso, ma sono in pace e che nessuno venga a disturbarmi con cose strane. Magari vanno pure a Messa le domeniche, pregano spesso e pensano che lì si esauriscano i compiti del cristiano. Ma queste persone sono quelle che vivono delle apparenze, i cristiani delle apparenze. Questi si credono vivi ma sono morti”.



E allora? Cosa fare per cambiare rotta? Il segnale più evidente, ha detto Bergoglio, è quando un cristiano mette mano al portafoglio per aiutare chi ha bisogno. “Quando la conversione arriva alle tasche, allora è sicura. Cristiani di cuore? Sì, tutti. Cristiani di anima? Tutti. Ma, cristiani di tasche, pochi, eh! Pochi. Ma, la conversione è questa. Come Zaccheo il pubblicano ricco e corrotto convertito”. E ha iniziato una vita nuova. Ultimo aggiornamento: 19 Novembre, 13:20

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Book crossing”, a Roma a volte non funziona

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma