Vulci acoustic 2021 al via con Franco126, Ludovico Einaudi e gli Psicologi

Ludovico Einaudi
di Carlo Maria Ponzi
2 Minuti di Lettura
Venerdì 30 Luglio 2021, 00:30

“Vulci acoustic 2021”: nell’omonimo parco-archeologico una breve rassegna musicale, “al tramonto”,  ma con protagonisti di prima grandezza. Si parte il 31 luglio, ore 19, con il concerto di Franco126, unica data nel Lazio.

Il cantautore e rapper romano nasce come artista hip hop, facendo ampio uso dell'Auto-tune. poi si è avvicinato alla canzone d’autore, confessando di essersi ispirato a Franco Califano (di cui viene considerato l’erede), Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Claudio Baglioni, Eduardo De Crescenzo e Luca Carboni.

Il primo agosto, stessa ora, sale sul palco il pianista Ludovico Einaudi che ha scelto Vulci quale tappa del suo “Summe tour”, orientato a proporre la sua musica in cammino nella natura, per godere interamente “riserve naturali, albe, tramonti, cieli stellati”. Non a caso l’ultimo suo disco, “Seven Days Walking”, nasce dalle passeggiate compiute nel 2019 tra le montagne di tutto il mondo. Con l’autore dei film premi Oscar (“Nomadland” di Chloé Zhao; “The father” di Florian Zeller) suonano Federico Mecozzi al violino e Redi Hasa al violoncello.

Per l’ultimo appuntamento della rassegna, il 4 agosto arrivano “Gli Psicologi” – Drast e Lil Kaneki, classe 2001 – che saranno impegnati in una serie di full band elettriche accompagnati dalla batteria di Alberto Paone e dal polistrumentista Daniele Razzicchia. A Vulci proporranno una selezione di brani (“flussi di coscienza in forma pop-rap”) dai due ep 2001 e 1002, e dal loro album d’esordio Millennium Bug (e dal repack “Millennium Bug X” uscito lo scorso aprile).

I biglietti su Ticketone.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA