NATALE

Natale da 400 mila euro, Purchiaroni: «Così si buttano i soldi, mi incateno in consiglio»

Giovedì 15 Ottobre 2020 di Massimo Chiaravalli

«Questi non sono soldi nostri, mi incatenerò in consiglio comunale». Sotto l’albero quasi 400 mila euro per il Natale, ma senza troppi auguri da parte di Fabrizio Purchiaroni (Forza civica). Il consigliere ha incalzato sul punto ieri in commissione comunale, dove si è discusso il documento unico di programmazione. Fondi che per lui dovrebbero essere destinati ai cittadini per fronteggiare la pandemia.

Il primo a relazionare sul dup è stato l’assessore al bilancio Enrico Maria Contardo: la pandemia ha portato a perdite del 60 per cento sul trasporto pubblico e del 14 sulle farmacie. Un passaggio sul Bullicame – la Gestervit è disponibile a riparare il danno al pozzo San Valentino – poi Purchiaroni è entrato a piedi in cima natalizio. «Qui qualcuno vive su Marte – ha detto – a Viterbo si dice che 380 mila euro hanno la coda lunga, come assessore al bilancio chiedo Contardo una spiegazione puntuale di tutti i capitoli. La responsabilità per primo ce l’ha lui».

Contardo ha specificato le spese voce per voce. «Sono richieste fatte un mese fa, quando la situazione del virus era meno complicata. Ora stiamo verificando cosa effettivamente mettere in campo. Ci sono 82 mila euro per un nuovo progetto di luminarie, le casette in legno, 100 mila euro alle associazioni che realizzano spettacoli, 25 mila per il bosco di Natale, 120 mila per gli alberi, 50 per le proiezioni, 8 mila per la pulizia, 1.500 per le fioriere, 20 mila per gli steward, 7 mila per la slitta di Babbo Natale, 40 mila per mini concerti in piazze di città e frazioni».

La replica di Purchiaroni è stata un atto di accusa. «Siamo tutti consci che stanno chiudendo le scuole, aumentano le file nei drive in, ci saranno inevitabili nuove restrizioni? Forse più che distribuire fondi per Babbo Natale dovremmo pensare al Covid e dare risorse ai cittadini per fronteggiare la pandemia. Mi incatenerò in consiglio comunale, questi non sono soldi nostri. Assessore, lo comprerebbe un biglietto per andare in vacanza a Dubai da 10 mila euro se sa che non sarà rimborsato? Dobbiamo fare ciò che faremmo con i soldi nostri». Contardo: «Non ci penso minimamente».

A difendere l’iniziativa del collega di partito, l'assessore Marco De Carolis, ha pensato il capogruppo di FdI Luigi Maria Buzzi. «Veniamo da Natali dove si investivano oltre 200 mila euro e ad oggi nessuno può dire che non si farà in alcuna città. Se vuoi aiutare una situazione di stagnazione metti soldi. Si potrà fare con regole diverse, senza che nessuno si scandalizzi». Chiusa la prima parte in mattinata, alla ripresa della commissione nel pomeriggio Pd e Forza civica non si sono presentati per protesta: la seduta fiume non era stata concordata. Alla fine il dup è stato approvato.

Ultimo aggiornamento: 18:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA