CORONAVIRUS

Covid, aumentano i positivi tra i giovani: minorenni 43 contagiati su 235

Venerdì 13 Novembre 2020
I tamponi nelle scuole di Acquapendente

Giornata di record quella di ieri sul fronte della pandemia nella Tuscia. Mai così tanti nuovi casi (235) e nemmeno mai tanto numerosi i guariti (111). Il copioso totale di contagiati scoperto in sole 24 ore è anche in parte spiegabile con l’aumento dei tamponi refertati dal laboratorio di genetica medica che ha lavorato tutta la notte senza pause. E questo, insieme ai negativizzati, mitiga la pesantezza dei numeri assoluti.

Viterbo, il Covid causa 2 morti. Torna a salire la curva dei contagi (235), ma è record di guariti: 111

Dall’ultimo bollettino, emerge che il focolaio nella rsa di Villa Serena a Montefiascone si allarga con 9 nuovi contagi (due giorni fa erano stati 25). Il direttore di Villa Rosa, Nevio Boscariol, smentisce invece il sindaco di Bolsena, Paolo Dottarelli, che aveva parlato di un cittadino positivo ospite della struttura. Ma il Covid-19 continua a colpire non solo gli anziani: ieri, sul totale dei casi, 43 coinvolgono la fascia d’età fino a 18 anni, con il più giovane positivo di appena un anno.

I decessi comunicati dalla Asl sono stati due - una 83enne di Bomarzo, ospite della struttura Myosotis, un 86enne residente a Blera – ai quali va aggiunta Ludovica Orlandi, storica maestra di Orte, morta a 94 anni in una struttura sanitaria di Nemi, alle porte di Roma. “Una grande perdita per la nostra comunità. Ludovica ha insegnato a generazioni di ortani, era la moglie del medico condotto e per anni è stata impegnata nel sociale”, commenta il sindaco Angelo Giuliani.

Ad Acquapendente, il Comune e la Asl ieri hanno effettuato uno screening su studenti, insegnanti e personale non docente. Ieri mattina i sanitari hanno iniziato con le scuole medie, quindi nel pomeriggio sono passati agli alunni della classe IIA dell’infanzia, già in quarantena. “Per le medie – fa sapere il primo cittadino, Angelo Ghinassi - su un totale di 124 alunni iscritti, 89 si sono sottoposti al tampone rapido. Di questi, solo 2 hanno dato un riscontro positivo, evidenziando, però, una bassa carica virale. Tutti i tamponi effettuati al personale docente e Ata hanno dato, invece, responso negativo. Per l’infanzia, su un totale di 18 bambini, 10 si sono sottoposti al test rapido. Tutti i referti sono negativi”.

A Fabrica di Roma, invece, il sindaco Mario Scarnati annuncia la chiusura della IB delle medie dopo che un genitore è risultato positivo. A Castel Sant’Elia off-limits la scuola materna in via Martiri di Nassirya anche per oggi, scoperta la positività del padre di una alunna, al fine di consentire la sanificazione dei locali. A Faleria un nuovo caso positivo a test rapido all'interno della media "Salvo D'Acquisto", sottoposta a sanificazione completa e chiusa fino a domenica. E da Nepi, dove ieri ci sono stati 9 nuovi contagi, il sindaco Franco Vita continua ad ammonire: “Poiché le persone adulte e le anziane sono quelle che maggiormente rispettano le prescrizioni anticovid, mentre i giovani non lo fanno quasi mai, è probabile che sia questa esuberanza giovanile a portare il contagio nelle famiglie”.

Ultimo aggiornamento: 14:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA