COPRIFUOCO

Coronavirus, nel weekend città blindata per i controlli

Sabato 24 Ottobre 2020

Tolleranza zero. Non ci saranno richiami né rimproveri. Stavolta si fa sul serio. Le forze dell’ordine da ieri sera alle 18 sono in strada, in ogni strada, per controllare. Vietati assembramenti. Obbligo di mascherine. E niente avventori difronte ai bar.


I contagi da Coronavirus spaventano. E carabinieri e polizia per tutto il weekend controlleranno che le regole vengano rispettate. Sopratutto dai più giovani che durante il fine settimana escono e affollano i locali. 
Oltre agli stringenti controlli che saranno effettuati dagli uomini della Questura, secondo quanto previsto dai protocolli per l’ordine e la sicurezza pubblica, i carabinieri hanno deciso di raddoppiare gli sforzi. L’obiettivo è sempre uno solo: evitare che i contagi continui a salire.

Obiettivo ambizioso, visto che spesso si scontra con la voglia di far festa dei più giovani. Ieri nel viterbese i positivi hanno sfondato quota 160. Vetta mai raggiunta prima. Motivo per cui le forze dell’ordine non solo vigileranno, come hanno fatto fino a ieri, ma inizieranno a essere più incisivi. E lo strumento principale sono le multe e le denunce.


Tre i servizi predisposti: uno che inizia alle 18 e termina alle 21 per il controllo dei giovani e meno giovani che vanno a fare aperitivi. Secondo il dpcm è consentito solamente stando seduti al tavolo. Niente sosta di fronte ai bar con alcol in mano. Il secondo invece partirà un minuto dopo le 21 e terminerà a mezzanotte. I carabinieri controlleranno tutti i locali del post aperitivo. 


Alle 24 scatta, come disposto, il coprifuoco. E la regola, per tutti, è una sola: si torna a casa. Secondo quanto previsto dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti dalla mezzanotte e fino alle 5 del mattino è vietata la mobilità. Ovvero non si può girare per la città per nessuna ragione, a parte ovviamente la comprovata necessità. I carabinieri per questo hanno previsto un terzo servizio di controllo che partirà proprio a mezzanotte. 
Saranno in strada per controllare che nessuno si muova. Che nessuno esca, che nessuno si incontri.


Ovviamente non ci sarà una sola pattuglia in strada.  Nel capoluogo saranno 10 le pattuglie dei carabinieri che vigileranno, oltre ai cinofili e ai Nas. La prima sera dei servizi straordinari per il controllo anticoronavirus è andata in scena ieri sera. E oggi si replica con la stessa modalità. Si inizia alle 18. E la tolleranza su distanziamento, mascherine e rispetto delle regole in vigore sarà zero.

Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre, 16:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA