Musica, sonetti, spettacoli teatrali per chiudere luglio e aprire agosto

Massimo Popolizio
di Carlo Maria Ponzi
2 Minuti di Lettura
Sabato 31 Luglio 2021, 07:25 - Ultimo aggiornamento: 16:16

Tra sabato 31 luglio e lunedì 2 agosto, una manciata di eventi in tanti spazi della Tuscia Viterbese.

A Ronciglione, nel parco “don Pacifico Chiricozzi”, (sabato, 21,30), “Dal Vesuvio al Cupolone”, con Gino Auriuso e Sandro Scapicchio, accompagnati da musica del vivo. Lo spettacolo è a metà strada tra l’avanspettacolo e il varietà, con i due attori impegnati a scandire il repertorio di Petrolini, Viviani, Taranto, Totò, nonché ii sonetti di Giuseppe Gioachino Belli, Trilussa, Eduardo De Filippo.

A Vetralla prosegue la rassegna cinematografica allestita nel giardino di Palazzo Paolocci, sempre alle ore 21: sabato, proiezione del documentario “The Ghosts in our machine”; domenica e lunedì, “Nomadland” di Chloé Zhao. Nel cortile di palazzo Doria Pamphily di San Martino al Cimino, sabato, ore 21,15, per gli appuntamenti di “Enocinena”, promossi da Tuscia Film Festival, “Mille peccati… nessuna virtù”, incontro con Sergio Martino: uno dei maggiori esponenti del cinema di genere italiano, da tempo legato al Viterbese, si racconta e si confronta con il pubblico; interviene il critico cinematografico Franco Grattarola; presentazione e degustazione dei vini della cantina Tre Botti.

A Vetralla, dopo il cinema, la musica: il 1 agosto, ore 19, “Melodie sul far della sera”, concerto del gruppo polifonico “Quintessenza Italiana” nel Giardino segreto a Vetralla. Cantano “a cappella” Maria Morena Lepri soprano, Nicoletta Ricciarelli soprano, Milena Regali contralto, Mauro Branda tenore e Moreno Ilicini basso.

Lunedì adeguato spazio al capitolo teatro lo offrono Montalto di Castro e Viterbo. Nel centro storico, alle 21,30, area esterna del teatro “Lea Padovani”, spettacolo di cabaret “Va tutto bene” con Max Giusti che nell’occasione incarna lo spirito dell’italiano che si rimette in moto: gioia di vivere sì, ma accompagnata da un cauto ottimismo.

Nel capoluogo (piazza San Lorenzo, ore 21), grande attesa per la prova del grande attore (e doppiatore) Massimo Popolizio con il “La caduta di Troia”, dal libro II dell’Eneide di Virgilio, musiche eseguite dal vivo da Stefano Saletti e Barbara Eramo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA