Viterbese, i complimenti non bastano. La squadra prende troppi gol

Viterbese, i complimenti non bastano. La squadra prende troppi gol
di Paolo Graziotti
3 Minuti di Lettura
Martedì 30 Novembre 2021, 06:20 - Ultimo aggiornamento: 17:31

I complimenti lasciano il tempo che trovano e la Viterbese resta sempre più malinconicamente in fondo alla classifica. In più adesso c'è anche la tegola che riguarda l'infortunio del centrocampista Riccardo Calcagni. Resta tanto amaro in bocca in casa gialloblù dopo l'impresa sfiorata in casa della Reggiana.

"È stata una partita difficile contro una squadra che sta bene da quando c'è stato il cambio di allenatore - ha detto il tecnico in seconda dei granata Alessio Baresi che ha sostituito lo squalificato Aimo Diana - hanno giocatori validi rispetto ad altre squadre e lo sapevamo fin dall'inizio del campionato, visto che era stata costruita per partecipare ai playoff".

Tuttavia la mancata vittoria in casa della capolista, che oltre a dare punti pesanti in classifica avrebbe regalato tanto entusiasmo alla squadra, è figlia dei soliti limiti della formazione gialloblù. Sono ormai diverse partite che la Viterbese prende gol da calcio piazzato. La cosa era già evidente nella gestione precedente di Giuseppe Raffaele, ma è stata accentuata da quando c'è Francesco Punzi in panchina. Visto che proprio nelle tre partite con il nuovo tecnico sono arrivati ben 4 gol subiti da calcio piazzato.

Con il 4-3-3 impostato dal nuovo tecnico, la squadra è sicuramente qualitativamente più forte e più propositiva dalla cintola in su, ma resta più vulnerabile in difesa. Nelle tre partite della gestione Punzi i gialloblù hanno infatti segnato 7 reti ma ne hanno subite altrettante. La difesa gialloblù già difetta di difensori centrali forti di testa e, giocando con solamente due di questi nella retroguardia a quattro, il problema sui calci piazzati resta ancora più evidente.

In questo senso potrebbe aiutare già dalla partita del prossimo turno in casa contro la Virtus Entella, il rientro del difensore Riccardo Martinelli. Il giocatore che, si era infortunato alcune settimane fa in occasione della partita allo stadio Rocchi contro il Pontedera, ha giocato già nell'ultima parte di gara a Reggio Emilia. Domenica prossima contro liguri potrebbe quindi essere disponibile dal primo minuto.

Infortunio pesante a centrocampo invece quello di Riccardo Calcagni che, nella partita dell'altro ieri al Mapei Stadium di Reggio Emilia, ha riportato una frattura composta allo zigomo che lo ha costretto ad uscire già alla fine del primo tempo. La sua è stata un'assenza pesante, visto che Riccardo Calcagni è stato fino a questo momento uno degli elementi migliori di tutta la squadra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA