Sutri, salvati cuccioli di cane chiusi in un sacco e abbandonati lungo la Cassia

Venerdì 26 Marzo 2021 di Ugo Baldi
Sutri, salvati cuccioli di cane chiusi in un sacco e abbandonati lungo la Cassia

La polizia municipale di Sutri ha salva quattro cuccioli di cane abbandonati. Qualcuno, con un gesto criminale, ha pensato di disfarsene ieri mattina lungo la Cassia lasciandoli dentro un sacco di juta oltretutto chiuso. Un ciclista di Caprarola, in transito lungo l’arteria però se ne accorto di quello strano sacco gonfio, che si muoveva sul ciglio della strada in maniera scomposta e rischiava di finire investito da qualche auto, ha avvertito subito gli uomini della Polizia locale.

Gli agenti, dopo la segnalazione, insieme al comandante Alessandro Buttarelli sono arrivati sul posto e hanno iniziato a occuparsi dei cuccioli salvandoli da morte sicura. I cagnolini hanno subito socializzato con loro. Sono stati portati in un posto al sicuro, nutriti con del latte, poi sono stati visitati da un veterinario che li ha trovati in buone condizioni. Infine sono stati accompagnati al canile di Vetralla dove vengono accolti i cani abbandonati.

La Polizia locale di Sutri non si è fermata solo al salvataggio dei cuccioli. Ha iniziato delle indagini per risalire all’autore di una gesto che non ha giustificazioni. «Chi ha lo ha compiuto – ha detto il comandante Buttarelli - ha commesso un grave errore, lasciando sul posto tracce importanti per essere rintracciato. Se qualcuno è in grado di fornire qualche elemento ancora più utile, o di riferire in merito a questo gesto, può contattare ala polizia locale di Sutri al numero 0761-601219».

Insomma la Tuscia come altri parti d’Italia non è un’isola felice da questo punto di vista e gli abbandoni di animali sono frequenti. I cuccioli ritrovati, in ogni caso, non potranno essere dati in adozione prima di dieci giorni, periodo di osservazione previsto dalla legge.

Ultimo aggiornamento: 19:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA