Otto aspiranti sindaci: tutte le liste. Chi c'è, chi torna, chi cambia casacca

di Carlo Maria Ponzi
Amministrative del 10 giugno: che cosa racconta una passeggiata tra le liste in corsa per il comune capoluogo? Intanto che rispetto a cinque anni sono diminuiti sia i candidati a sindaco (da 15 a 8) che gli elenchi degli aspiranti consiglieri comunali (da 21 a 17).
Quindi che fin dal primo turno, ci si affida a coalizioni: Giovanni Arena sostenuto da Fi, Fratelli d'Italia, Lega, Udc e FondAzione; Lisetta Ciambella (Pd) sostenuta dai dem e da La voce dei giovani viterbesi e Orizzonte Comune; Filippo Rossi, con Viva Viterbo e Area Civica; Chiara Frontini, con Viterbo Venti Venti e Viterbo Cambia; Francesco Serra a capo di Viterbo dei cittadini e Impegno Comune; Claudio Taglia (Casapound e Viterbo in musica). Solo Massimo Erbetti (M5S) e Paola Celletti (Lavoro e beni comuni), corrono in solitaria.


Novità assoluta della tornata: è la prima volta che tre donne puntano a conquistare la poltrona più alta. Seconda curiosità: non pochi gli artisti. In Lavoro e beni comuni, l'attore Pietro Benedetti; i musicisti Pier Giuseppe Arcangeli e Fiore Benigni; il pittore/scultore Pasquale Altieri; la cultrice di danze popolari Maria Vittoria Bosco. Il baritono Alfredo Antoniozzi è invece capolista di Viterbo 20-20; la clown di corsia Rosella Vincenti si presenta con Viva Viterbo e la lista Viterbo in musica è guidata da Federico Meli, frontman della band Giorni anomali.

Nel capitolo di quelli che a volte ritornano vanno rubricati Marco Prestininzi, già di Rifondazione comunista (Viterbo Bene comune), Nino Porciani (Fratelli d'Italia), Marco Milioni (Forza Italia). Quest'ultima ripesca Paolo Muroni, Fabrizio Purchiaroni, Marco Torromacco, Gianluca Salza. La voglia di entrare a palazzo dei Priori per la prima volta alberga nell'ex senatrice Laura Allegrini (FdI) e negli ex assessori provinciali Paolo Bianchini (FdI) e Antonio Rizzello (Pd). Mentre Andrea De Simone, direttore Confartigianato, è con FdI.

Tanti gli uscenti desiderosi di rientrare, anche cambiando bus: Mario Quintarelli, Patrizia Frittelli e Massimo Cappetti hanno detto ciao al Pd e sono con Serra; Paolo Moricoli (ex Mo.Ri) e Marco Ciorba (ex Oltre le mura) sono incasellati con la Voce dei viterbesi. Lisetta Ciambella si affida ai colleghi di giunta Alvaro Ricci e Sonia Perà.
 
Domenica 13 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:40

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP