Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Maiucci, l'autrice che scrive per i ragazzi: nei suoi libri dislessia, iperattività e il rapporto con la matematica

Maiucci, l'autrice che scrive per i ragazzi: nei suoi libri dislessia, iperattività e il rapporto con la matematica
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Luglio 2022, 15:40

Due temi importanti, trattati con una delicatezza tale da renderli accessibili anche ai ragazzi. Dislessia e iperattività nel primo, il rapporto dei ragazzi con la matematica nel secondo: sono “Libroamico una vita di carta” e “Mate Matticà”, i due libri dell’autrice viterbese Simona Maiucci presentati nei giorni scorsi al Castello di Montorio Veronese.

Il primo è stato pubblicato lo scorso mese di agosto, il secondo invece è fresco di stampa. La giornata è stata introdotta dal bibliotecario della città veneta, Giuliano Brentegani, anche lui scrittore. Michela Girardi ha illustrato insieme all’autrice i simpatici, poliedrici personaggi dei due testi. Dietro le due entusiasmanti avventure illustrate si nascondono dunque argomenti ben più complessi. In “Mate Matticà” si parla della discalculia: temi che possono essere affrontati con serenità e soprattutto fiducia, “perché non esistono solo difficoltà ma anche strumenti per affrontarli al meglio”, sostiene l’autrice. «Scrivo per divertire i ragazzi – dice Maiucci - ma anche per far conoscere queste tematiche e provare a farle vedere da altri punti di vista sia ai ragazzi che agli adulti».

Raccontare per far comprendere, diceva la locandina dell’evento. E gli originali personaggi delle due storie non possono che stupire i lettori, grandi o piccoli che siano. «Vorrei che questi libri fossero un ponte tra ragazzi ed insegnanti, o tra ragazzi e genitori e, perché no, tra genitori e insegnanti – continua l’autrice - per avere un pretesto per tirar fuori quelle emozioni scomode che non aspettano altro che di essere affrontate». I testi dei due libri sono stampati ad alta leggibilità con criteri accessibili per facilitare la lettura. Tante attenzioni dunque per i lettori.

Molto apprezzata anche la presenza dell’illustratore di Mate Matticà, il giovane e talentuoso Luca Valli, giunto da Arese, che con la sua freschezza ha scambiato battute e rivelato aneddoti al pubblico curioso. A illustrare il primo libro era stata invece Tiziana Barbaranelli.

Maiucci, rispondendo alle domande dei presenti, ha spiegato che ama scrivere anche racconti di narrativa per adulti, che le hanno dato nel 2021 e 2022 tante soddisfazioni facendole vincere prestigiosi premi a concorsi letterari nazionali in varie regioni d’Italia. Maiucci è giurato al Premio letterario internazionale Città di Viterbo - Tuscia Libris 2022, la cui cerimonia di premiazione si è svolta lo scorso 18 giugno nella sede della Provincia di Viterbo.

Il pomeriggio scaligero si è concluso tra applausi e firma copie sia dell’autrice che dell’illustratore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA