COVID

Covid-19, ancora minori contagiati: nuove classi in quarantena a Viterbo e Montefiascone

Giovedì 25 Febbraio 2021 di Federica Lupino
Il Merlini di Viterbo

Altri 9 minori contagiati nella giornata di ieri. Gli ultimi dati diffusi dalla Asl confermano il trend che si registra dalla scorsa settimana e che vede crescere i positivi tra i banchi di scuola. Scende la proporzione sul totale: due giorni fa gli under18 erano poco più del 25% dei nuovi casi, ieri invece 9 su 43,ovvero circa il 21%.

Il 25% dei nuovi contagiati ha meno di 18 anni: è record dall'inizio della pandemia

Numeri che hanno costretto ulteriori classi alla quarantena (ma di varianti ancora non si parla): è accaduto all’istituto Merlini di Viterbo, dove risultano al momento contagiati 5 alunni e una insegnante. La classe in questione è già in isolamento da alcuni giorni ma ieri e oggi chiuso l’intero istituto per sanificazione. Si attendono i risultati di ulteriori tamponi effettuati sugli alunni per capire gli esatti contorni del contagio.

Il virus corre anche tra i banchi di Montefiascone: dopo la quarantena di alcune classi delle medie, ora tocca a 4 su 5 della primaria delle Mosse. E l’unica sezione dell’infanzia presente nel plesso è in presenza ma in pochi frequentano: molti genitori preferiscono tenere i piccoli in casa per precauzione. Si torna invece sui banchi al comprensivo e al nido di Caprarola, dopo la chiusura per sanificazione: “La situazione dei contagiati è ad oggi sotto controllo. Sulla base dei dati raccolti tramite screening sierologico, le nostre scuole sono sicure e non vengono considerate un hotspot per le infezioni da nuovo coronavirus. Seguiamo – si raccomanda però il sindaco Eugenio Stelliferi - tutte le indicazioni e, soprattutto, manteniamo comportamenti corretti anche all'esterno e nelle attività extra scolastiche”.

Cinque casi in un giorno a Canepina dove scatta l’appello del primo cittadino Aldo Moneta: “Ci troviamo di fronte ad un'impennata dei contagi. Non è mia intenzione generare allarmismi ma è mio dovere adoperarmi per scongiurare il sorgere di problemi ben più seri”. Per questo, raccomanda “di essere, d'ora in poi, ancora più prudenti”.
Ieri 22 i pazienti ieri negativizzati e 2 i decessi: un 79enne di Vejano e un 94enne di Vetralla. Sono 92 i pazienti ricoverati (le terapie intensive salgono a 5) e 639 i positivi in casa. Continuano i vaccini: 584 quelli effettuati due giorni fa (ultimi dati disponibili). L’annuncio della riduzione nelle forniture da parte di Astrazeneca per ora non avrà ripercussioni sulle agende. Anzi, si attende a breve che la Asl ufficializzi l’apertura di ulteriori punti vaccinali.

Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio, 19:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA