A Civita Castellana niente energia elettirca per i lavori dell'Enel, centro storico al buio e si accendono le proteste

Lunedì 2 Dicembre 2019 di Ugo Baldi
Il centro storico di Civita Castellana al buio
Si spengono le luci e si accendono le proteste. Salta l'alimentazione dell’energia elettrica per una parte centro storico di Civita Castellana (Viterbo), interrotta per un periodo più lungo ripsetto a quanto era stato annunciato.

L'elettricità sarebbe dovuta tornare alle 15, 30, come era stato comunicato attraverso manifesti affissi dalla stessa spa elettrica, a causa di alcuni lavori programmati da tempo. Invece alle 17,30 l’area era ancora al buio e allora è iniziata la protesta dei commercianti. Soprattutto per i gestori di bar e locali pubblici, le tabaccherie, la farmacia, gli studenti che dovevano andare in biblioteca e soprattutto i residenti.

Tutti hanno inondato di telefonate il numero verde dell’Enel per i guasti, ma senza avere risposte secondo quanto hanno riferito. In loro sostegno è arrivata la Confconsumatori. «Come sempre l’Enel provoca disagi – ha detto il presidente Antonio Nobili - quando si tratta di effettuare dei lavori. Manca una programmazione, è chiaro. Siamo in inverno, i riscaldamenti sono fermi, i negozi non possono lavorare e le difficoltà sono evidenti. Siamo pronti a presentare dei ricorsi in nome e per conto di coloro che hanno subito questa situazione».

Per l'associazione degli utenti «non è la prima volta che capita, per questo chiederemo i rimborsi per i danni subiti». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma