Taranto, scontri dopo una partita di prima categoria: mazze e bombe carta

Video
EMBED

Scontri tra ultras, con le immagini pubblicate sui social ora al vaglio degli inquirenti. La Digos di Taranto ha in corso accertamenti e ha acquisito anche i filmati pubblicati sui social network dopo i tafferugli avvenuti ieri durante il secondo tempo dell'incontro di calcio di Prima categoria pugliese, tra Ragazzi Sprint di Crispiano e Ideale Bari. Gli scontri si sono verificati tra sostenitori delle due squadre di calcio nelle vicinanze del campo sportivo «Vivere Solidale» del rione Paolo VI di Taranto, dove si è disputata la gara. I filmati acquisiti dalla polizia documenterebbero il tragitto di un gruppo di persone incappucciate che si dirigeva verso il campetto di periferia. La partita, valida per la terza giornata del girone B, si è conclusa con la vittoria della squadra tarantina per quattro reti ad una. A quanto si è appreso, si sono verificati scontri con mazze e armi improvvisate e lancio di pietre, bombe-carta e fumogeni. Teppisti hanno preso di mira anche il bus della squadra ospite che è stato danneggiato. In una nota l'ASD Ragazzi Sprint Crispiano afferma «la propria estraneità in merito a quanto accaduto» e che «quanto successo non può essere direttamente o indirettamente ricondotto alla nostra compagine societaria». «In attesa che le autorità - aggiunge la dirigenza - facciano chiarezza su quanto avvenuto, intendiamo sottolineare la nostra condanna a qualsiasi forma di violenza».