Stadio Flaminio, Calenda: «Non si presta a diventare stadio della Lazio, bisogna trovare altra area»

Video
EMBED

«Avevamo fatto proposta di riqualificazione Stadio Flaminio quando ero candidato a Sindaco di Roma. Non è accaduto assolutamente niente, c’è un progetto del Coni con Cassa depositi e prestiti che è lì da un sacco di tempo e va portato avanti. Purtroppo ho un fratello ed un figlio laziale, ma questo edificio non si presta a diventare stadio della Lazio. Ha norme di sicurezza, conformazione e vincoli per i quali non si riuscirà a fare lo stadio della Lazio, bisogna trovare un’altra area per il suo stadio». Lo ha dichiarato il leader di Azione Carlo Calenda in Piazza Manila a Roma. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it