Riaprono le palestre: romani in fila per tornare alla "normalità"

EMBED
Costume da bagno indossato sotto la camicia e i pantaloni, borsa con il phon appresso e le salviette umidificate se proprio non si farà la doccia. E poi doppio paio di scarpe, guanti e mascherina, naturalmente. Lunga fila stamattina fuori dalla palestra di Villa Borghese. Lo sport è mancato in questi lunghi mesi di quarantena. Tanta la voglia di tornare ad allenarsi ma anche di rivedere gli amici dello spinning e della ciclette. Rivederli solo, appunto. Chiacchierare, gomito a gomito, tra un tapirulan e una ciclette non si può: le macchine sono accessibili una si e una no. E a fine corsa neanche la coccola della spa: sauna e bagno turco rimangono off limits.

(servizio Stefania Piras video Daniele Leone/Ag.Toiati)

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani