Calabria, frasi razziste e omofobe del vicepresidente della Regione Spirlì: «Dirò fr***o e n***o finché campo»

EMBED
«Dirò n** e f** fino alla fine dei miei giorni, che fanno? Mi tagliano la lingua». Così il vicepresidente della Regione Calabria, Ninò Spirlì, durante un dibattito organizzato a Catania dalla Lega. Il vice di Jole Santelli e assessore alla Cultura calabrese, che si definisce «omosessuale a tempo perso e cattolico praticante», ha rivendicato l’utilizzo di alcune parole offensivecontro quella che lui stesso ha definito la "lobby frocia" che impedisce di chiamare le cose col loro vero nome. (LaPresse) 

Napoli, relazione con moglie di un detenuto: gli scavano la fossa, la polizia lo salva