Hertz, il colosso del noleggio fallisce

EMBED
Fallisce il colosso del noleggio Hertz in Usa La società di noleggio auto Hertz ha portato i libri in tribunale, dichiarando fallimento negli Stati Uniti. Il ricorso al «Chapter 11», ossia alla protezione dai creditori, lascia intendere che punti a una ristrutturazione per sopravvivere. L’azienda era stata fondata nel 1918 a Chicago da Walter Jacobs, ex rivenditore della Ford, con il nome di “Rent-a-Car”. Il nome che l'ha resa famosa lo ha avuto da John Hertz, dopo l'acquisto della compagnia nel 1923. La Hertz ha 12.000 sedi in tutto il mondo, 667.000 auto e 40.000 dipendenti, e la sua crisi non è cominciata con la pandemia. Negli ultimi anni la compagnia aveva accumulato 17 miliardi di debiti. Le preoccupazioni riguardano anche gli effetti collaterali sull’economia: ad esempio General Motors e Fca perdono un cliente molto importante. Il crollo dei ricavi è arrivato all’inizio della stagione, solo ad aprile il settore ha perso il 97%. La Hertz sostiene di aver sofferto anche per la mancanza di aiuti statali. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani