AdR the Careport, il convegno sulla sostenibilità all'aeroporto di Fiumicino. Lo speciale

Video
EMBED
(Agenzia Vista) Roma, 28 settembre 2021 Il grande impegno profuso da Aeroporti di Roma sulla Sostenibilità ha portato il ''Leonardo da Vinci'' ad essere tra gli scali più ''green'' al mondo. Oltre 54 miliardi di euro di ricchezza generata; riduzione del 50% del consumo energetico per passeggero in 10 anni; recupero del 98% dei rifiuti prodotti in aeroporto; azzeramento delle emissioni di CO2 al più tardi nel 2030; occupazione diretta, indiretta e indotta per 390.000 persone di cui 130.000 nel Lazio. È quanto è stato illustrato da Aeroporti di Roma durante il convegno “AdR the Careport” al Terminal 5 di Fiumicino. “Oggi siamo impegnati nel recupero del traffico post pandemia, ma c'è una sfida di portatat simile che ci aspetta, la decarbonizzazione. Noi lo faremo entro il 2030, con un piano principalmente rivolto a fonti rinnovabili e mobilità elettrica. Ora siamo fortemente impegnati per assicurare già nei prossimi mesi carburanti ecosostenibili ai vettori, anche in questo caso in anticipo rispetto ai tempi previsti a livello internazionale”. Così l'amministratore delegato di AdR, Marco Troncone. "La scelta del Terminal 5 per ospitare quest'incontro non è stata casuale. Un tempo dedicato ai voli con gli Stati Uniti, nell’ultimo mese e mezzo è diventato il centro strategico per la sicurezza, prevenzione, accoglienza e solidarietà, teatro della campagna umanitaria che ha permesso al governo italiano di accogliere circa cinquemila persone da Kabul, e rappresenta la responsabilità sociale che tutte le aziende, non solo AdR, dovrebbero avere”. Ha spiegato invece il presidente di AdR Claudio De Vincenti. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev