Jabil, sit in dei dipendenti licenziati: «È una tragedia, non abbiamo più pace»

EMBED
Continua senza sosta il sit-in degli operai contro i 190 licenziamenti previsti dalla multinazionale americana Jabil nello stabilimento di Marcianise. "È una tragedia, non abbiamo più pace, non dormiamo la notte", dichiarano i lavoratori che si stanno dando vita, davanti agli ingressi dell'impianto, a una protesta silenziosa in attesa della ripresa delle trattative tra il management e il governo. Ed proprio all'esecutivo che si rivolgono alcuni di loro: "Inaccettabile che una multinazionale possa calpestare così i diritti di un Paese e trattare così il governo italiano", dichiara Francesco Percuoco, Segretario Generale Fiom Cgil Caserta.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani