Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pompeo in Vaticano parla di libertà religiosa e critica la Cina, l'Iran, Cuba e il Myanmar

Pompeo in Vaticano parla di libertà religiosa e critica la Cina, l'Iran, Cuba e il Myanmar
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Ottobre 2019, 14:01

Città del Vaticano - Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo in cerca di sponde in Vaticano, stamattina, durante un convegno bilaterale dedicato al tema della libertà religiosa ha criticato quei governi che detengono il potere assoluto e minacciano la libertà di fede dei propri cittadini.

La visita di Pomeo in Vaticano prevede in agenda un colloquio con Papa Francesco domani mattina alle 9,30.  Il segretario di Stato americano sta cercando di creare delle alleanze con l'amministrazione Trump per promuovere la libertà religiosa a livello globale.

«Quando lo stato governa in modo assoluto ecco che la dignità umana viene calpestata, non amata. Quando lo stato governa in modo assoluto, le norme morali vengono completamente infrante. Quando lo stato governa in modo assoluto esige che i suoi cittadini adorino il governo, non Dio». Gli esempi che ha fatto riguardavano  Cina, Cuba, Iran, Myanmar e Siria.

La visita di Pompeo in Italia avviene mentre negli Usa i democratici hanno aperto la procedura di impeachment per il presidente. Nei giorni scorsi sono state  respinte le richieste della Camera per avere le deposizioni dei funzionari del Dipartimento di Stato sui rapporti dell'amministrazione con l'Ucraina, al centro dell'inchiesta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA