PAPA FRANCESCO

In centinaia in ginocchio a pregare per protesta contro il Sinodo sull'Amazzonia

Sabato 5 Ottobre 2019 di Franca Giansoldati
2
i manifestanti che pregano all'inizio di via della Conciliazione

Città del Vaticano - «Salviamo la Chiesa dal baratro». Davanti a via della Conciliazione, qualche ora prima della messa per il concistoro, nello slargo vicino al lungotevere, si sono ritrovati a pregare circa 500 persone provenienti da tutta Italia. Una proteta garbata e  mite, portata avanti con il rosario in mano e le statue della Madonna di Fatima in prima fila. Moltissime le persone in ginocchio sul selciato.

Il fantasma di Lutero sulla rivoluzione della Chiesa in Germania, pressing delle donne per il sacerdozio

I manifestanti si sono dati appuntamento da diverse zone d'Italia per contestare la svolta aperturista che è stata impressa dall'attuale pontificato. Ce l'avevano con la tentazione luterana ma pure con le idee della Bonino (così recitava un volantino) che a loro dire si stanno diffondendo ovunque, e minacciando il fronte della vita. 

Si pregava contro ogni tipo di modernismo, contro il Sinodo sull'Amazzonia che verrà inaugurato domani. Ce l'avevano contro lo spirito interreligioso. Una signora proveniente da Salerno e arrivata con il marito spiega: «Siamo frastornati, vogliono fare della nostra religione un miscuglio con le altre religioni, una sorta di insalata religiosa dove non si capiscono più i contorni. Questo non è quello che vogliamo dalla Chiesa di Cristo». Una questione identitaria? A questo punto risponde il marito: «penso che la Chiesa sia in pericolo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma