Valnerina, quarantenne
morto nel bosco forse avvelenato

vigili del fuoco
di Ilaria Bosi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 30 Marzo 2015, 21:01 - Ultimo aggiornamento: 21:21

SANT’ANATOLIA DI NARCO Lo hanno trovato senza vita, in un punto scosceso di bosco in località Le Vaie, bassa Valnerina.

Si sarebbe tolto la vita il 45enne che ha fatto perdere le sue tracce nel pomeriggio di lunedì, lasciando presagire il tragico epilogo.

Ad allertare i vigili del fuoco, poco prima delle 18, sono stati i carabinieri di Spoleto, che hanno ricevuto la segnalazione allarmata dei familiari dell’uomo.

Stando a quanto si è appreso, infatti, il 45enne, residente a Roma, si sarebbe allontanato da casa lasciando un biglietto in cui manifestava un certo malessere e l’intenzione di farla finita.

È scattata una corsa contro il tempo, che purtroppo ha dato l’esito temuto. Le ricerche si sono subito indirizzate nei boschi della bassa Valnerina, una zona che il poveretto a quanto pare conosceva e frequentava.

Ai margini della strada è stata individuata l’auto del 45enne: ed è stato da lì che i vigili del fuoco, insieme ai carabinieri e ad alcuni volontari, si sono addentrati nel bosco, percorrendo una strada scoscesa per circa cento metri. Fino a trovare il corpo senza vita.

NORCIA

Si è invece conclusa a lieto fine la disavventura di un’escursionista che ha perso l’orientamento nella zona di Monte Patino, a Norcia. Alle 18 sono iniziate le ricerche da parte dei vigili del fuoco, in una zona a quasi 1.900 metri di altitudine e ricoperta da un consistente manto nevoso. La donna è stata localizzata grazie al cellulare ed un’ora dopo aver dato l’allarme è stata individuata da vigili del fuoco e corpo forestale. Le operazioni di recupero sono tuttora in corso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA