Tullo Ostilio Moschini confermato Segretario Generale Regionale della Cisl Medici Umbria: «Ecco le sfide del prossimo quadriennio»

Tullo Ostilio Moschini
2 Minuti di Lettura
Martedì 7 Dicembre 2021, 15:20

PERUGIA Il quinto congresso regionale della Federazione Cisl Umbria Medici-Veterinari-Dirigenti Sanitari ha confermato all'unanimità Tullo Ostilio Moschini come segretario generale regionale. Nella nuova segreteria, insieme a Moschini, entrano a far parte Luca Nicola Castiglione e Cristina Colasanti. Giuseppe Giordano è il nuovo presidente del consiglio regionale del sindacato. All'Hotel Giò di Perugia sono stati anche eletti i membri del nuovo consiglio regionale e il collegio dei sindaci revisori, oltre ai delegati al prossimo congresso nazionale della Cisl Medici che si terrà il 3-4-5 marzo a Roma e i delegati al congresso Confederale Cisl Umbria. Saranno Roberto Belli, Piero Macellari e Chiara Fiandra i revisori dei conti effettivi, Francesca Giannelli e Antonio Talarico i supplenti.

Il riconfermato segretario ha ricordato le criticità e rilanciato una serie di impegni e sfide per il prossimo quadriennio «a cominciare dal nuovo Piano socio sanitario regionale, come occasione di cambiamento e miglioramento del Servizio Sanitario Regionale». Per Moschini:  «Una vera riforma necessita di un fabbisogno del personale adeguato e finalizzato ad implementare servizi e prestazioni, attraverso l'arruolamento programmato con concorsi a tempo indeterminato e la valorizzazione delle professionalità. Migliorare le condizioni di lavoro e riconoscere la professionalità significa soddisfare l'utenza interna, attrarre l'utenza esterna e abbattere le liste d'attesa. I principi cardine di universalità, uguaglianza ed equità del Servizio Sanitario Nazionale necessitano di un sistema dinamico e flessibile che garantisca la continuità assistenziale e la presa in carico, un rete territoriale operativa a partire dall'assistenza domiciliare e una rete ospedaliera adeguata per l'emergenza-urgenza e le gravi patologie. Rimettere la persona al centro della sanità che dobbiamo, vogliamo e possiamo costruire, efficiente ed efficace, nell'Umbria solidale da ora e per il domani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA