Terni, Arrestato dopo l'aggressione
al cliente di un supermercato
evade subito dai domiciliari

Martedì 29 Settembre 2020 di Nicoletta Gigli

TERNI Arrestato e messo ai domiciliari in attesa del processo per direttissima dopo che ha preso a testate Ulisse Nori, 64 anni, consigliere comunale a San Gemini, ha pensato bene di uscire di casa. 
"La reclusione non la sopporto" ha detto ai carabinieri che stamattina l'hanno fermato in via del Rivo, portato di nuovo in caserma e denunciato per evasione.
Protagonista dell'episodio il ternano di 43 anni che negli ultimi mesi si è reso protagonista di ripetute aggressioni nei confronti di persone incrociate per caso.
L'ultimo episodio lunedì pomeriggo in un supermercato di Fontana di Polo, quando l'uomo ha colpito con una testata Nori perché lo aveva invitato a indossare la mascherina. Pe ril 64enne un trauma cranico con ferita giudicato guaribile in una decina di giorni. 
Infatti a colpire il consigliere comunale con la violenta testata è la stessa persona che una settimana fa, in largo Don Minzoni, ha spintonato un ternano di 86 anni facendolo cadere a terra. L’anziano aveva riportato ferite guaribili in 25 giorni. Il 43enne, con un curriculum di tutto rispetto, era stato denunciato dai carabinieri del radiomobile per lesioni personali e omissione di soccorso. Aveva già colpito il 9 agosto, quando un ternano di 46 anni, che passeggiava lungo via Mazzini, fu preso di mira dall’uomo, che gli sferrò un pugno al volto. Anche in quel caso la vittima era stata costretta a ricorrere alle cure del pronto soccorso del “Santa Maria”. Un anno e mezzo fa il 46enne era stato protagonista di un’altra aggressione. Quella volta si era accanito su una ragazza di 16 anni. L’aveva colpita con un pugno allo sterno e quando era a terra aveva tentato di strozzarla con la sciarpa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA