San Venanzo, arrivano i contributi per le utenze domestiche per le famiglie che risentono della pandemia

Foto dalla pagina Facebook del Comune di San Venanzo
di Beatrice Martelli
2 Minuti di Lettura

SAN VENANZO    Il piano economico è una delle note dolenti che la pandemia ci ha costretto ad affrontare: per molte famiglie ora più che mai non è facile arrivare a fine mese. Il sindaco di San Venanzo, Marsilio Marinelli, per venire incontro alle esigenze dettate dalla situazione, ha previsto aiuti economici per pagare la corrente, l’acqua, il gas e i tributi, insomma, le spese essenziali che non mancano mai nel bilancio familiare. Per permettere ciò, la Giunta comunale ha approvato un bando rivolto ai soggetti e alle famiglie meno abbienti o in condizioni economiche disagiate. Per i nuclei familiari composti da una sola persona i contributi possono arrivare fino a 150 euro, mentre il tetto massimo per due persone è di 200 euro, e va  via via crescendo a 300 euro per 3 o 4 persone e a 400 euro per famiglie con cinque o più persone. Saranno prese in considerazione le richieste di «cittadini residenti il cui nucleo familiare non disponga di depositi bancari o postali con un saldo positivo superiore a 8mila euro, o che nell'anno solare 2020 abbia percepito complessivamente redditi di qualsiasi natura non superiori a 13 mila euro per nuclei di una persona, 18 mila per due persone, 21 mila e 500 euro per tre o quattro persone e 25mila da cinque persone in poi», come recita il bando. E la tempistica? La domanda deve essere presentata entro il 31 maggio alle ore 12, tramite elettronica certificata all’indirizzo comune.sanvenanzo@postacert.umbria.it, oppure a mezzo posta elettronica all’indirizzo info@comune.sanvenanzo.tr.it, o, se non è possibile, a mano, su appuntamento telefonico.

Giovedì 6 Maggio 2021, 20:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA