Risse, alcol, minacce: Perugia, ragazzini fuori controllo

Lunedì 29 Marzo 2021
Ragazzini sabato pomeriggio in centro mentre scappavano dopo l'arrivo dei carabinieri

PERUGIA - Un bilancio allarmante. Il racconto di una situazione che rischia di sfuggire di mano. Quindici ragazzini collocati sulle scene di risse e aggressioni, botte con i coetanei e residenti spaventati alle finestre a chiedere l’intervento delle forze dell’ordine per farli smettere. E sono solo la piccolissima parte di coloro che hanno partecipato agli eccessi del week end. Di questi quindici, alcuni hanno appena tredici anni e i più grandi sono appena maggiorenni: cartina al tornasole di una generazione che sta pagando a durissimo prezzo gli effetti della pandemia. Perché se è vero che certi atteggiamenti sono da condannare, specie se rischiano di rendere vani i sacrifici di tanti, e perché se è vero al tempo stesso che la presenza e lo scontro tra “grupponi” il sabato pomeriggio non è fenomeno degli ultimi mesi, è pur vero al tempo stesso che il malessere di questa fascia della popolazione è innegabile.

L’ULTIMA FOLLIA 
Il nuovo allarme è scattato ieri pomeriggio tra via Guerra e il parco Chico Mendez: la telefonata allarmata in questura da parte di alcuni residenti racconta di un’aggressione subita da due ragazzine ad opera di un gruppo di coetanei. Una volta in via Guerra, i poliziotti trovano le due ragazze e ricostruiscono come ci siano stati momenti di altissima tensione, con le due giovanissime che agli agenti parlano di spintoni e percosse. Poco dopo, al parco Chico Mendez, i poliziotti fermano e identificano un gruppo di ragazzi considerati i responsabili della lite con le due coetanee: otto giovanissimi, fra 13 e 15 anni, che dopo le procedure del caso sono stati riaffidati ai genitori. Ora ci sarà bisogno di ricostruire ruoli e responsabilità, anche grazie alle eventuali denunce che le due giovani dovranno presentare.

IL SABATO IN CENTRO 
Altri sei i giovani identificati dalla polizia locale dopo i momenti di altissima tensione registrati sabato pomeriggio in centro storico. Rissa in via Marzia, assembramenti in piazza Cavallotti, rissa e assembramenti a Porta Sole con i residenti che hanno raccontato di «gruppi di anche 30-40 ragazzi, la maggior parte con le mascherine abbassate e con birre e super alcolici. Leggiamo ogni giorno di aziende in crisi a causa della pandemia, siamo bloccati in casa da mesi e questi giovani fanno come vogliono rischiando di vanificare gli sforzi che tutti stiamo facendo». Un residente racconta delle minacce da parte dei ragazzi cui aveva chiesto di mettersi le mascherine e della paura per «bottiglie lanciate verso le finestre». Intanto sul versante Covid, due multe sabato a Perugia da parte della polizia locale e ieri tanta gente segnalata in centro, ai giardini Carducci, San Francesco al Prato, parco Sant’Anna e Pian di Massiano.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA