Foligno: «Nuova Statale 77, i poliziotti non possono operare in sicurezza». La presa di posizione del segretario regionale dell'Umbria del Siulp

Giovedì 6 Dicembre 2018 di Giovanni Camirri
FOLIGNO - «Ogni intervento sulla S.S.77/var (la nuova Statale 77 Foligno-Civitanova Marche), anche il più semplicie, diventa un'attività ad alto rischio per la Polizia Stradale a causa dell'isolamento delle comunicazioni nel tratto Colle San Lorenzo-Colfiorito». E' quanto sostiene il segretario regionale Umbria del sindacato Siulp, Luca Malossi. «Un lungo tratto di strada - prosgeue - costituito quasi esclusivamente da viadotti e gallerie dove gli apparati radio delle pattuglie non ricevono e non trasmettono, i telefoni sono isolati e di recente anche le colonnine SOS non funzionano. Anche martedì scorso i colleghi si sono trovati in quella "terra di mezzo" con un autocarro in fiamme nella galleria Pale gestendo con comunicazioni di fortuna una situazione di forte criticità che ha portato alla chiusura della strada per qualche ora.  Il coordinamento delle pattuglie con la sala operativa - dice ancora - e con gli altri Enti costituisce elemento imprescindibile di sicurezza, per questo il Siulp ritiene necessario e urgente l'aggiornamento dell'obsoleto apparato radio delle pattuglie della Polstrada ma anche di attivare la rete radiomobile e l'efficienza delle colonnine SOS a tutela dei colleghi - conclude il segretario Malossi - e di tutta l'utenza della strada». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Chi era Trilussa?”: cosa rispondono i ragazzi di Trastevere

di Veronica Cursi