Foligno, non hanno mai preso la patente ma guidano la macchina: scoperti dai carabinieri

Giovedì 6 Giugno 2019 di Giovanni Camirri
FOLIGNO - Ventitré automobilisti sorpresi alla guida senza mai aver conseguito la patente, 91 veicoli circolanti senza la copertura assicurativa e 72 casi di assenza di revisione del veicolo e 15 casi di guida utilizzando il telefono cellulare, 21 di guida in stato di ebbrezza e 5 sotto droga. Sono i numeri che raccontano l’attività quotidiana dei messa in campo dai carabinieri della Compagnia di Foligno al comando del capitano Angelo Zizzi. Numeri che sono parte del racconto dell’azione quotidiana dell’Arma dei Carabinieri che ha festeggiato i 205 anni dalla sua fondazione. L’analisi dei dati territoriali interessa il lasso di tempo giugno 2018-giugno 2019. Un anno in prima linea che ha visto il forte impegno della Compagnia di Foligno in particolare in favore delle fasce deboli come anziani, minori e donne. Rispetto agli anziani sono in netto calo le truffe del finto avvocato e del finto appartenente alle forze dell’ordine. Ciò è dovuto da un lato agli incontri con la cittadinanza, e soprattutto con gli anziani, che hanno visto i carabinieri di nuovo in prima linea battere a tappeto circoli, centri sociali, centri di aggregazione, parrocchie, associazioni. Il tutto per spiegare come difendersi e per condividere le regole di comportamento. Dall’altro lato c’è l’azione degli stessi anziani che sono diventati molto più scaltri e loro stessi spesso vanificano queste truffe. Passando i minori una particolare attenzione è stata messa sul versante dell’antidroga. Attraverso il progetto “Scuole Sicure” i carabinieri nell’ambito di un intervento interforze che coinvolge oltre all’Arma, la guardia di finanza, la polizia e la polizia locale, vengono svolti veri e propri blitz che hanno lo scopo di prevenire e reprimere lo spaccio destinato agli studenti. Incontri poi vengono svolti con le scuole che permettono al personale dell’Arma non solo di comunicare cosa si rischia in caso di uso o spaccio di stupefacenti, ma anche di avvicinare gli studenti condividendo un argomento molto delicato: la violenza di genere. Ciò che avviene all’internod elle mura domestiche spesso resta, drammaticamente, confinato dentro casa. i giovani e le giovani che dovessero essere testimoni di violenza di genere diventano il primo baluardo della prevenzione. Ed in questo i carabinieri svolgono un’attività di sensibilizzazione capillare e costante. Nei 12 mesi considerati ci sono stati, nell’ambito dei territorio che fanno capo alla Compagnia di Foligno, 30 casi di violenza di genere. I delitti, nell’area di competenza di Foligno, sono calati del 10 per cento in quest’ultimo anno compresi i cosiddetti reati predatori (furti, rapine, scippi). I carabinieri sono poi stati impegnati, anche in chiave antiterrorismo, nell’ambito di servizi di security and safety in occasione dei principali eventi. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma