CORONAVIRUS

Foligno, annullata la Quintanella di San Giovanni Profiamma: «Impossibile garantire il rispetto del distanziamento»

Martedì 14 Luglio 2020 di Giovanni Camirri
FOLIGNO - Anno sabbatico causa emergenza covid-19. E’ la decisione che è stata presa dalla Quintanella di San Giovanni Profiamma, storica manifestazione dedicata ai bambini. E proprio per non scoraggiare i più piccoli, i veri protagonisti della festa, è stato deciso di rimandare tutto al prossimo anno. Gli organizzatori, sul punto, hanno diramato nelle scorse ore una nota ufficiale che spiega tutto. “Il consiglio della Quintanella – si legge nella nota - ha deciso che l' edizione numero 41 della Quintanella di San Giovanni Profiamma in programma per la prima settimana di ottobre, è annullata. Tale decisione è stata presa perché si pensa che non sia fattibile operare il distanziamento tra i bambini e tra il pubblico presente. Nonostante questa edizione non verrà svolta, sarà pensiero dei priori e degli organizzatori creare, appena la situazione lo renderà possibile, eventi e manifestazioni collaterali con l'intento aggregativo per il paese. La Quintanella di San Giovanni Profiamma vi da appuntamento fin da ora alla edizione 2021, nella speranza che questa pausa sia uno stimolo per vivere la prossima edizione con l'entusiasmo che ci ha sempre contraddistinto”.
IL PUNTO
“È stata una decisione non semplice – spiega Simone Favaroni vertice della manifestazione – ma non si poteva fare diversamente. Garantire il distanziamento tra bambini e pubblico e tra gli stessi bambini protagonisti della nostra Quintanella non è semplice. Non lo è, soprattutto, dal punto di vista della condivisione dei valori che portiamo avanti come manifestazione. Tenere i bambini distanti mentre vivono la loro festa, pur se fatto necessario e obbligo imprescindibile, ci ha spinto verso la decisione di annullare l’edizione di ottobre della Quintanella. Non tutto, però slitterà di un anno. Stiamo infatti ragionando, sempre nel massimo rispetto di leggi e regolamenti, sul come poter realizzare alcuni eventi collaterali alla gara al campo. Penso ad esempio alla gara del dolce o il Cantaquintanelliere, la gara di canto riservata ai più piccoli. Eventi che ci permetteranno di mantenere viva la tradizione e di rendere meno complessa l’attesa per il 2021. In cantiere abbiamo diversi progetti – prosegue Favaroni – che ufficializzeremo man mano così da dare informazione a tutti rispetto a ciò che si andrà a realizzare. L’invito che rivolgo a tutti è quello di non demordere. Nel 2021 realizzeremo una grande edizione della Quintanella di San Giovanni Profiamma che ci ripagherà anche di questa lunga attesa dovuta alle necessità legate alle conseguenze – conclude - dell’emergenza coronavirus”. Una scelta non solitaria, quella che viene da San Giovanni Profiamma. Anche altre manifestazioni, tanto in Umbria quanto in altre realtà, hanno deciso lo slittamento di una anno dei rispettivi eventi. © RIPRODUZIONE RISERVATA