Ex alunni del Geometri di Orvieto si ritrovano a 50 anni dal diploma e incontrano gli studenti di oggi

Ex alunni del Geometri di Orvieto si ritrovano a 50 anni dal diploma e incontrano gli studenti di oggi
di M.R.
3 Minuti di Lettura
Lunedì 29 Novembre 2021, 20:18

In occasione dei 50 anni dal conseguimento del diploma (1971/2021), alcuni rappresentanti dell’allora classe 5°A dell’Istituto Tecnico per Geometri "L. Maitani", hanno organizzato un incontro con gli attuali studenti e studentesse dell’Istituto di Istruzione Superiore Scientifico e Tecnico di Orvieto per dare una testimonianza tangibile dell’importante relazione tra la scuola e il mondo esterno, quello del lavoro e delle professioni, della società che oggi più che mai pone grosse difficoltà ai giovani studenti che si affacciano per la prima volta nel loro percorso di vita e di carriera.

Dopo aver festeggiato l’anniversario lo scorso ottobre con un momento conviviale, i “ragazzi” della 5°A Geometri (classe 1952) hanno voluto promuovere questo momento di confronto, portando le loro testimonianze ai giovani alunni che hanno scelto questo percorso di studi.

«Ringraziamo la dirigente scolastica Lorella Monichini che ha permesso questo incontro – dicono Luciano Brillo, Roberto Carlino, Marcello Marricchi, Giuseppe Monachino e Osvaldo Prosperini in rappresentanza della 5° A Geometri A.S. 1970/71 – a 50 anni di distanza vogliamo testimoniare l’appartenenza e l’affetto a questo corso di studi e alla scuola che ci ha permesso di avere tante soddisfazioni e gratificazioni nel mondo del lavoro e nella società. Dopo il diploma alcuni di noi sono entrati a lavorare negli enti pubblici, altri sono diventati professionisti iscritti all’albo dei Geometri, altri ancora hanno proseguito gli studi a livello universitario diventando architetti, ingegneri, agronomi, biologi, professori. Raccontare l’esperienza di ognuno di noi è utile sia per gli alunni delle classi prime, per una scelta della scuola ponderata e consona alle attitudini e alle aspettative di ognuno, sia per quelli delle classi terminali, per un orientamento in uscita nel mondo del lavoro o per una prosecuzione degli studi a livello universitario».

«E’ quello che chiamiamo "Orientamento Narrativo" - spiega la dirigente Monichini - una metodologia fondata sul raccontare il proprio progetto di vita, fatto di memorie, luoghi, storie, identità culturale, sociale e professionale, che offrono una risorsa di spunti e progetti per venire incontro al bisogno naturale di orientamento degli individui, alla necessità di compiere delle scelte. Scelte spesso non facili per i ragazzi di oggi, forse non lo erano nemmeno per noi, ma raccontare le nostre esperienze può essere da stimolo per motivare le nuove generazioni, noi ci crediamo.»

La 5°A Geometri A.S. 1970/71 ha voluto lasciare un segno tangibile di questa giornata donando alla dirigente scolastica, in rappresentanza di tutta la scuola, un piatto in ceramica orvietana dipinto a mano ed una pergamena con i nomi di tutti gli alunni, per chiudere in bellezza questo 50esimo anniversario.

(si ringrazia Mara Monachino)

© RIPRODUZIONE RISERVATA