Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Quattro serre di marijuana in casa, due in manette. Energia elettrica rubata per coltivare le piantine

Le piante di marijuana trovate dalla polizia a Marsciano
2 Minuti di Lettura
Domenica 27 Marzo 2022, 09:02 - Ultimo aggiornamento: 09:14

MARSCIANO La squadra mobile di Perugia ha arrestato a Marsciano due uomini con l'accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e furto aggravato di energia elettrica due uomini. I manette un italiano di 54 anni e un romeno di 21. In due immobili nella diposnibilità degli arrestati gli agenti hanno trovato una coltivazione di marijuana in quattro serre, perfettamente attrezzate e funzionanti, dove vi erano ben 230 piante di marjuana, con diverso grado di maturazione, la metà delle quali già germogliate e con una dimensione che variava dai 30 centimetri al metro di altezza. Per la coltivazione indoor della sostanza stupefacente,spiega una nota della questura, era stato istallato un complesso sistema costituito da un impianto di areazione, di riscaldamento e di illuminazione, dislocato su tre livelli e necessario per favorire la crescita delle piante, attività che veniva curata personalmente dagli arrestati. Nel corso della perquisizione sono stati trovate venti confezioni in cellophane trasparente, contenete la sostanza già essiccata e pronta per la vendita, in tutto oltre 5 chili, nonché 11.800 euro in  contante, provento dell’attività di spaccio. I due erano allacciati abusivamente all'imointo di energeia elettrica che permetteva di gestire la serra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA