Coronavirus, settemila tamponi e nessun positivo
sono nove le regioni senza contagio, tutte le cifre

Fuori dall'incubo Covid
2 Minuti di Lettura
Venerdì 5 Giugno 2020, 09:46


PERUGIA A distanza di 98 giorni dalla scoperta dei primi due casi positivi al coronavirus, l’Umbria resta tra le nove regioni senza nuovi contagi, e tra le tre, insieme a Basilicata e Calabria, Covid-free da nove giorni. Un primato che resiste e che va di pari passo con uno screening che non conosce sosta: anche ieri 1.203 tamponi e 913 persone testate. Nei nove giorni senza nuovi contagi certificati, sono state sottoposte a tampone 6.179 persone.
Tutti i numeri sono ormai stabili, col sistema che aspetta la guarigione dei 39 positivi attivi sempre suddivisi tra 17 degenti (2 in rianimazione) e 22 in isolamento domiciliare, 8 dei quali clinicamente guariti. Si tratta di asintomatici, o quasi, distribuiti tra i comuni di Terni (7), Città di Castello (4), San Gemini (3), Massa Martana, Montecastrilli e Panicale (uno per città), mentre 5 sono casi “importati”. Resta relativamente dinamico, invece il numero degli “osservati”, persone in isolamento ma non positive al virus. Ieri in 227 (esclusi i 5 guariti segnalati l’altro giorno) sono uscite da tale condizione mentre in 300 risultano ancora alle prese con la quarantena domestica.

Nei nove giorni senza contagi, l’Umbria è anche l’unica regione che non ha visto crescere il numero dei dimessi/guariti rimasto fermo a 1.324. Stabile anche il numero dei decessi, a 76, con un solo caso negli ultimi nove giorni: solo Valle D’Aosta e Basilicata non ne hanno registrati in questo lasso di tempo. La regione resta tuttavia il territorio col più alto tasso di guarigione, mentre è la seconda per percentuali dei malati, sui positivi totali, pari al 2,2: solo la Valle d’Aosta è ormai prossima all’azzeramento di tale grandezza, con appena 10 casi residui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA