CORONAVIRUS

Coronavirus e desiderio di gravidanza: riapre in sicurezza il Centro di procreazione assistita

Lunedì 1 Giugno 2020 di Egle Priolo
PERUGIA - Buone notizie per le coppie umbre con la voglia di un figlio. Da oggi riprende l'attività ambulatoriale del Centro di procreazione medicalmente assistita di Pantalla, con i primi interventi che potranno essere programmati già tra una ventina di giorni.

Un sospiro di sollievo per centinaia di aspiranti mamme e papà che sono rimasti con i trattamenti bloccati per mesi a causa dell'emergenza sanitaria, soprattutto perché la struttura della Media valle del Tevere è stata trasformata in ospedale Covid all'indomani dell'esplosione della pandemia. Da oggi, invece, in totale sicurezza può ripartire il sogno di una gravidanza: gli ambulatori restano collocati al primo piano, con percorsi sicuri, mentre la parte chirurgica ed embriologica si trova al secondo piano, con tanto di ascensore dedicato che rende impossibile il contatto con eventuali pazienti Covid. 
Un risultato importante per il Centro (che ha il prof. Sandro Gerli come responsabile), per cui si sono spesi a suon di risoluzioni e question time i consiglieri regionali del Pd Simona Meloni e Tommaso Bori, reso possibile dall'impegno della Regione e della Usl Umbria 1, che sono venuti incontro ai desideri delle famiglie, prima che in troppi prendessero la via di centri privati e altre regioni. Adesso magari l'ulteriore sforzo potrebbe essere quello di rinforzare lo staff di medici e biologi, perché Pantalla resti il centro di eccellenza di cui si può vantare la sanità umbra. 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA