Assisi, sfruttava sei operai stranieri: imprenditore agricolo accusato di caporalato

Assisi, sfruttava sei operai stranieri: imprenditore agricolo accusato di caporalato
2 Minuti di Lettura

Caporalato aggravato e favoreggiamento all'immigrazione clandestina a scopo di lucro. La vicenda fa riferimento al personale impiegato in un maneggio di Santa Maria degli Angeli. Sono gravi le accuse che il Nucleo carabinieri ispettorato del lavoro di Perugia contesta ad un imprenditore agricolo di 59 anni, raggiunto da un'ordinanza di applicazione della misura cautelare che prevede l'obbligo di presentazione alla polizia
giudiziaria e di dimora nel comune di residenza. L'uomo - secondo l'indagine denominata 'Horses-Team' - avrebbe occupato in condizioni di sfruttamento sei lavoratori, di cui cinque extracomunitari (uno della Costa D'Avorio, tre della Repubblica Dominicana e uno del Gambia, quest'ultimo risultato privo del permesso di soggiorno) e tre in nero. L'indagine - spiega l'Arma - ha preso le mosse da una denuncia presentata lo scorso ottobre, ai carabinieri di Santa Maria degli Angeli, da tre dipendenti.

Lunedì 17 Maggio 2021, 18:30 - Ultimo aggiornamento: 18:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA