Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Assessore alla Salute Coletto: «Prenotare subito la seconda dose booster»

L'assessore Luca Coletto
2 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Luglio 2022, 16:44

PERUGIA - L'assessore regionale alla Sanità Luca Coletto ha rinnovato l'invito a tutti i cittadini individuati dal Ministero per la somministrazione della seconda dose booster di vaccino per il Covid a prenotarsi «da subito» «Uno strumento - ha detto Coletto - che rimane fondamentale per prevenire la malattia prodotta dal Covid».
In base ai dati della Regione, alle 13 del 14 luglio, sono 1.790 le prenotazioni per la somministrazione della seconda dose booster registrate sulla piattaforma dedicata.

«La Regione Umbria - ha proseguito Coletto - vuole guardare oltre la gestione della pandemia riconducendo l'attenzione anche sul ruolo centrale della formazione degli operatori sanitari come fattore strategico necessario per il raggiungimento degli obiettivi previsti dalla programmazione regionale, potendo contare, per tale finalità, sia sulle attività svolte presso le Aziende sanitarie regionali, che su quelle erogate attraverso il Consorzio scuola umbra di amministrazione pubblica. Nel corso della pandemia - ha proseguito - la necessità di condividere prassi e conoscenze comuni per garantire l'uniformità dei corretti comportamenti del personale del sistema sanitario regionale, ha dimostrato l'importanza della formazione e della sua centralizzazione attraverso un coordinamento e una gestione unica della stessa. Lo dimostra il fatto che su tutto il territorio regionale l'accentramento dei corsi, l'aggiornamento sincrono tra tutti i professionisti del territorio umbro, ha portato ad una uniforme e celere applicazione delle procedure inerenti l'urgenza-emergenza della pandemia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA