Amelia, violenza di genere e pandemia. “Il silenzio delle campane. I virus della violenza e della cura”, un libro dalla parte dei più deboli.

Amelia, violenza di genere e pandemia. “Il silenzio delle campane. I virus della violenza e della cura”, un libro dalla parte dei più deboli.
di Francesca Tomassini
2 Minuti di Lettura
Sabato 20 Novembre 2021, 05:30

AMELIA Violenza di genere e pandemia. Nei prossimi giorni Amelia ospiterà una serie di eventi e iniziative organizzati dall'Associazione Forum Donne Amelia in vista del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Il primo sarà quello di 𝗦𝗮𝗯𝗮𝘁𝗼 𝟮𝟬 𝗻𝗼𝘃𝗲𝗺𝗯𝗿𝗲, alle 𝟭𝟲.𝟯𝟬, quando, nella Sala dello Zodiaco di Palazzo Petrignani, alla presenza degli autori verrà presentato il libro 𝙄𝙡 𝙨𝙞𝙡𝙚𝙣𝙯𝙞𝙤 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙚 𝙘𝙖𝙢𝙥𝙖𝙣𝙚. 𝙄 𝙫𝙞𝙧𝙪𝙨 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙖 𝙫𝙞𝙤𝙡𝙚𝙣𝙯𝙖 𝙚 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙖 𝙘𝙪𝙧𝙖, di Letizia Paolozzi (giornalista e scrittrice, animatrice del gruppo del mercoledì presso la Casa Internazionale delle Donne di Roma) e Alberto Leiss (giornalista e scrittore, tra i soci fondatori dell’associazione Maschile Plurale).

Una riflessione su come il virus, la convivenza forzata imposta dalle misure adottate per contenere la pandemia da Covid-19, abbiano modificato la vita quotidiana degli italiani. E soprattutto come abbiano profondamente inciso sulla realtà delle categorie più fragili. Donne anziani e bambini, in primo luogo. Ma non solo: la lotta al virus ha modificato anche il nostro linguaggio, utilizzando metafore legate a un linguaggio militare, guerresco.

Il testo offre una lettura di quanto è avvenuto in questi ultimi diciotto mesi "dalla parte dei più deboli".

«La pandemia - affermano gli autori - potrebbe rivelarsi un'occasione per riconoscere i virus umani della violenza, per comprenderne le logiche più intime, cercando e isolando gli anticorpi efficaci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA