A Orvieto riparte il BiblioBus. Libri e letture per bambini in formato ambulante

Mercoledì 24 Giugno 2020 di Monica Riccio
... in cuore abbiamo tutti un cavaliere pieno di coraggio pronto a rimettersi sempre in viaggio"
(Gianni Rodari - Don Chisciotte)


A Orvieto a rimettersi in viaggio, pieno di coraggio, ma anche di allegria e spensieratezza, è il BiblioBus, la biblioteca ambulante della Cooperativa Il Quadrifoglio che da lunedì 29 giugno, e fino a giovedì 27 agosto, tornerà a girare le frazioni del comune per portare libri, giochi e tanto altro ai bambini che vi abitano. A spostarsi e a andare incontro ai bambini è dunque il libro, ma anche il gioco e la lettura, il tutto sulle quattro ruote del BiblioBus e grazie alla passione delle animatrici del progetto, giunto al suo secondo anno di vita. Unica novità di questo 2020 sciagurato è anche per il BiblioBus tutto il pacchetto di norme e disposizioni anti-contagio: non è previsto il prestito dei libri, saranno organizzate attività di lettura a distanza con gruppi ristretti di bambini e le attività laboratoriali saranno realizzate con materiali usa e getta. 

Per il resto il BiblioBus è colorato, allegro e spiritoso e gira anche in questa estate per Orvieto, quartieri, borghi e campagne. Dentro c’è una biblioteca: piccola, ma ricolma di libri per grandi e piccini, in italiano e bilingui, facilitati e audiolibri. Proprio come quelle grandi. E con scaffali in legno, luci a led, tavoli, sedie, tappeti e materiali per attività laboratoriali. A rendere questa esperienza davvero fantastica ci sono le bravissime operatrici della Quadrifoglio, Marianna, Michela, Emanuela e Valentina e con loro anche i Lettori Portatili associazione orvietana che promuove la lettura a alta voce con Chiara, Olimpia, Grazia, Emanuela e Claudia. 

Il BiblioBus è un’azione del progetto “Libri Liberi Tutti” della Cooperativa Sociale “Il Quadrifoglio” di Orvieto finanziato dal bando “Biblioteche per l’inclusione” dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero dei Beni e le Attività Culturali. I libri che porta con sé sono in parte donati dalla Biblioteca "Fumi", in parte acquistati grazie ai fondi del progetto.

"Nelle nostre tappe - spiega Marianna - saranno presenti due educatori e un lettore portatile, siamo certe che anche quest'anno sarà un successo anche se non poter effettuare il prestito ci limita un po', del resto era una inziativa molto gradita ai bambini, prendere i libri e poi riportarli o alla biblioteca "Fumi" o attendere il nostro nuovo passaggio era per loro motivo di grande divertimento e interesse. Lo scorso anno è stata una estate in BiblioBus veramente divertente anche per noi - continua Marianna - un momento di comunità davvero bello e intenso, importante; ovunque andassimo i bambini erano sempre un bel numero e la gente del posto ci accoglieva e ci preparava addirittura la merenda. Insomma una esperienza davvero bellissima che speriamo, nonostante tutte le norme da rispettare, regali ai bambini e a tutti noi anche quest'anno emozioni importanti."


© RIPRODUZIONE RISERVATA