Pamela Prati e il matrimonio saltato, Manuela Arcuri confessa: «È un gioco perverso, ci sono caduta anch'io»

Lunedì 20 Maggio 2019 di Matilde Andolfo
3
Pamela Prati e Manuela Arcuri

Pamela Prati e Mark Caltagirone sempre al centro delle cronache. «È un copione già scritto portato avanti negli anni. Anche io sono caduta nella rete di Pamela Perricciolo. Lei si è presa gioco di me». Lo dice Manuela Arcuri ospite di Eleonora Daniele a Storie Italiane su Rai Uno. Si torna a parlare di Pamela Prati del matrimonio fantasma con Mark Caltagirone che sarebbe stato architettato dalle manager, titolari dell'agenzia Aicos di cui la Prati risulta essere anche direttrice.

«Mark Caltagirone non esiste. Pamela Prati, tutta la verità di Eliana Michelazzo»: la bomba di Dagospia

La Arcuri definisce "gioco perverso" ai danni di personaggi noti quello messo in atto dalla Perricciolo e cioè proporre figure di uomini interessanti dai nomi altisonanti come Caltagirone o Coppi che però risultano inesistenti. Anche l'attrice è finita nella rete: “Pamela - racconta la Arcuri - mi fece vedere la foto di un ragazzo bellissimo tale Simone Coppi magistrato. Io allora non era fidanzata. E lei mi disse che voleva presentarmi questo suo amico. Mi fece vedere anche la sua bellissima casa. Più volte mi fece parlare con una voce maschile". Insomma tutto sembrava più che credibile fino a quando la Arcuri non ha compreso che si trattava di un fantasma: "L'incontro non avvenne mai e capii che era tutto finto, una bolla di sapone. Ma io ci sono rimasta malissimo".

“Ma qual è lo scopo di tutto questo?”, chiede Eleonora Daniele. "Nessuno scopo - dice la Arcuri -, ho capito che lei lo aveva fatto solo per divertirsi. Un gioco perverso. E dopo dieci anni ho capito che è stata messa su una organizzazione sui matrimoni inventati. E anche quello sulla Prati è frutto di un loro gioco architettato".

Ancora Manuela Arcuri: "È totalmente surreale questo gioco. Un gioco che ha raggiunto l'apice con Pamela Prati". Il gusto della perversione e non solo: "sicuramente con le ospitate negli studi televisivi c'è anche un ritorno economico"- conclude l'attrice.
 

Ultimo aggiornamento: 12:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma