Elena Sofia Ricci: «Tanti lavoratori sono in difficoltà, lo spettacolo deve ricominciare»

«Durante il primo lockdown in cui molti lavoratori dello spettacolo erano in grave difficoltà, raccolsi le grida di dolore di un collega che per oltre due mesi non è stato pagato e se io posso sopravvivere grazie alla grande fiction, tanti non potevano farlo»

Elena Sofia Ricci: «Tanti lavoratori sono in difficoltà, lo spettacolo deve ricominciare»
2 Minuti di Lettura
Domenica 24 Ottobre 2021, 16:54

Elena Sofia Ricci, ospite di Domenica In, racconta le sue iniziative di sostegno in favore dei lavoratori del mondo dello spettacolo: «Durante il primo lockdown in cui molti lavoratori dello spettacolo erano in grave difficoltà, raccolsi le grida di dolore di un collega che per oltre due mesi di tournè non è stato pagato e se io posso sopravvivere grazie alla grande fiction, tanti non potevano farlo», racconta la popolare attrice, che insieme al marito Stefano Mainetti e sua sorella Elisa Barucchieri hanno sensibilizzato l'opinione pubblica e le istituzioni, tanto che «oggi, 24 ottobre, è la giornata nazionale dei lavoratori dello spettacolo, che coincide con la chiusura di cinema e teatri avvenuta l'anno scorso con la seconda ondata».

Myrtha Merlino: «Marco Tardelli 48 ore dopo il nostro primo bacio si è trasferito a Roma»

«Abbiamo dato voce a tutti - ha aggiunto Mainetti - nel lockdown ci siamo sentiti tutti nelle celle, ed abbiamo deciso di metterci tutti insieme. Stasera nello speciale TG1 in seconda serata verrà riproposto il documentario, Un grido per un nuovo rinascimento, che abbiamo girato su questo argomento».

«Tantissimi lavoratori ancora oggi sono fermi, lo spettacolo dal vivo deve ricominciare, non è ancora al 100%, ora sta riprendendo, non è tutto ok, ma dobbiamo riprendere" ha detto ancora Elena Sofia Ricci, raccontando del suo impegno a Mara Venier.

© RIPRODUZIONE RISERVATA