Il trash virale dalla Tv agli smartphone, ecco la nuova app

Venerdì 1 Febbraio 2019 di Roberta Savona
Arriva la APP di Trash Italiano mostrata dal team di creativi bitHOUSEweb
Con il suo milione e cento follower su Instagram ed un altro milione ampiamente superato tra Twitter e Facebook, Trash Italiano è il portale che racconta il meglio (o il peggio) del Paese mostrato in TV. E adesso, con la nuova app made in Padova, consoliderà il suo ruolo di punto di riferimento per tutto il mondo dello spettacolo. Uno status raggiunto con pazienza ed un lavoro minuzioso da parte degli addetti ai lavori, che in queste ore valicano, appunto, l'ennesimo traguardo: la nascita di una speciale App dedicata, pronta ad allargare gli orizzonti dell'etere per il più grande sito-influencer dedicato allo spettacolo, con attenzione maggiore al trash ed ai suoi protagonisti.
 
Lanciata in rete il 30 gennaio, si è appropriata immediatamente del nome "app dei record", con i suoi 50.000 download in meno di 24h e centinaia di positive valutazioni in cui sono le cinque stelline a primeggiare, portando l'applicazione immediatamente in vetta alle classifiche digitali. Un modo più comodo per rimanere aggiornati sui programmi TV più seguiti e discussi, dentro e fuori dalla scatola televisiva, con contenuti e approfondimenti, news ed il tanto temuto e cliccatissimo gossip a cui si alternano le ormai celeberrime GIF di Trash Italiano, che da anni rimbalzano sulle bacheche dei più seguiti vips e influencers del pianeta. Gratuita e disponibile per sistemi operativi iOS e Android, il nuovo Trash Italiano take away ed alla portata di tutti, si avvale della creatività di bitHOUSEweb, un team di giovani padovani (in foto, Giusva Iannitelli e Andrea Bobo Baron, il terzo, Federico Illesi non in foto), abili nell'articolato mondo del web in cui si districano con dinamicità.  Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio, 01:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma