Gp di Austria prima fila tutta italiana: Iannone, Rossi e Dovizioso, Marquez solo quinto

Sabato 13 Agosto 2016
La Ducati di Andrea Iannone partirà dalla pole position domani nel Gp d'Austria di MotoGp. Il pilota italiano ha chiuso con il tempo di 1.23.142 davanti alla Yamaha di Valentino Rossi e all'altra Ducati di Andrea Dovizioso. Quarto posto per la Yamaha di Jorge Lorenzo e quinta la Honda di Marc Marquez.

Tripletta italiana quindi nella qualifiche del Gp d'Austria con Valentino Rossi che i è piazzato secondo tra le due Ducati di Iannone e Dovizioso. Il 'dottore' ha chiuso con +0.147 dalla pole, mentre Dovizioso è rimasto attardato dal compagno di scuderia di +0.156. Ad inseguire la Yamaha del campione del mondo in carica a +0.219 e la Honda di Marquez a +0.333. Seguono nella top ten Maverick Vinales sesto davanti a Cal Crutchlow, settimo. Poi Scott Redding e Aleix Espergaro. Decimo Hector Barbera.

Entusiasmo Rossi
«Sono contentissimo perché essere in prima fila in mezzo alle Ducati che vanno così forte è bello, aspettiamo domani e vediamo». È pronto alla sfida con Iannone e Dovizioso il pilota della Yamaha Valentino Rossi che ha chiuso le qualifiche del Gp d'Austria in seconda posizione. «Questa mattina abbiamo fatto delle cose che non mi piacevano ed è stato un turno difficile -prosegue il nove volte iridato ai microfoni di Sky Sport-. Nel pomeriggio abbiamo lavorato bene e abbiamo trovato un buon bilanciamento della moto finendo terzi dietro le Ducati. Per la qualifica abbiamo fatto un altro pelino, mi sentivo molto bene, ho potuto spingere forte cercando di fare il tempo in quei posti dove bisogna spingere forti, alla fine la nostra moto è andata bene». 

«Il T2 è stato sempre il settore in cui perdiamo di più dalle Ducati ma sono molto contento per il T3 e il T4 perché la mia moto si guidava molto bene. Abbiamo lavorato bene, ieri pomeriggio abbiamo avuto delle idee che abbiamo provato, ma questa mattina con la moto mi trovato male. Nel pomeriggio siamo stati bravi perché abbiamo cambiato il bilanciamento e abbiamo fatto meglio. Ho un buon setting, per domani bisognerà scegliere la gomma giusta, ma attenzione alla seconda fila perché Lorenzo, Marquez e Vinales hanno il passo buono. Ma diciamo che i primi sei potrebbero vincere tutti», ha proseguito Rossi che è poi tornato sulla questione gomme. «Ci sarà domani molto calo delle gomme dipenderà molto dalla temperatura perché non è detto che la morbida ne abbiamo meno della dura. Le condizioni sono molto strane e particolari. Bisogna capire che passo che riusciranno a tenere le Ducati, ci siamo avvicinati molto, ma mi sembra che due o tre decimi li hanno».
Ultimo aggiornamento: 15:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Romani pronti al rientro ma potrebbero ripensarci

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma