​Formula 1, Leclerc non si accorge che il microfono è acceso e sbotta: «Porca...». Ecco perché

Formula 1, Leclerc non si accorge che il microfono è acceso e sbotta: «Porca p...»
3 Minuti di Lettura
Lunedì 31 Agosto 2020, 15:31 - Ultimo aggiornamento: 19:56

Il Gp del Belgio è stato archiviato con l'ennesima vittoria Mercedes e una domenica da dimenticare per le Ferrari di Vettel e Leclerc che chiudono al 13esimo e al 14esimo posto. Come se non bastasse il risultato al di sotto delle aspettative, alla giornata disastrosa per la casa di Maranello si è aggiunto anche lo scivolone di Charles Leclerc che si lascia scappare un'imprecazione dopo essere uscito dai box. Il pilota monegasco, non essendosi accorto di avere il microfono acceso e convinto che il team avesse sbagliato una manovra durante il pit-stop, si è sfogato urlando in francese “Putain de ça race”, lequivalente del nostro "porca p...".
 

Gp Belgio, cosa è successo a Leclerc


Ma cosa è successo in quei momenti concitati dopo l'uscita dai box del pilota? Facciamo un passo indietro: il team radio chiama Charles per dirgli di fermarsi al pit stop ma non lo informa della ricarica dell'aria che gli era stata fatta, cosa che gli ha causato un'ulteriore perdita di tempo. Lui in quel momento era convinto che ci fosse stato un errore dei meccanici, per questo lo sfogo via radio. I tecnici gli hanno immediatamente segnalato che aveva il microfono aperto ma ormai la figuraccia era fatta. A fine gara Leclerc è tornato sullo sfogo avuto via radio con il team dopo un pit stop. «Sono desolato per il team radio, forse avrei dovuto spegnere il microfono dopo il pit-stop. Non è stato fatto apposta», le parole del pilota monegasco su twitter.

Formula 1, Leclerc e lo sfogo via radio: «Chiedo scusa, non era voluto»
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA