Serie A, calendario deciso dopo il vertice con Spadafora, decreto ingiuntivo contro Sky

Martedì 26 Maggio 2020
Il Consiglio della Lega Serie A, ha deciso di aggiornarsi venerdì sul tema del calendario, all'indomani dell'incontro istituzionale che si terrà con il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora, in cui si deciderà se e quando si ricomincerà a giocare. È quanto si legge in una nota della Lega dopo la riunione in cui sono state analizzate «le diverse ipotesi di calendario che consentano la disputa di tutte le restanti gare di Serie A e di Coppa Italia». La Lega Serie A domani depositerà un decreto ingiuntivo nei confronti di Sky presso il Tribunale di Milano. In ambienti della Lega la mossa viene definita «obbligata», per via del mancato pagamento dell'ultima rata della stagione prevista dal contratto da parte di Sky, che ha chiesto uno sconto compreso tra il 15% e il 18%, in caso di prosecuzione del campionato. È invece in corso un dialogo con gli altri licenziatari dei diritti tv, Dazn e Img, da cui sono state avanzate proposte che la Lega analizzerà nelle prossime ore.

Se giovedì il governo darà il libera al campionato, l'indomani potrebbe prendere forma il calendario per portare a termine la stagione. Il tema sarà affrontato infatti dal Consiglio e, subito dopo, dall'Assemblea, convocata d'urgenza alle 11.30. All'ordine del giorno c'è anche l'analisi del 'piano B', ossia un format con brevi fasi di playoff e playout nel caso non ci fossero le condizioni per disputare tutte le partite, come previsto dal comunicato dell'ultimo Consiglio della Federcalcio. L'assemblea affronterà anche il tema dei rapporti con i licenziatari dei diritti tv, Sky, Dazn e Img, che non hanno pagato l'ultima rata della stagione.
Ultimo aggiornamento: 20:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani