Samp e Atalanta a reti bianche: un brodino caldo per Ranieri e Gasperini

Domenica 10 Novembre 2019 di Marco Callai
Un brodino caldo in una giornata di freddo polare. E’ il senso del pareggio a reti bianche tra Sampdoria e Atalanta. Brodino caldo per Ranieri: cinque punti e terzo risultato utile consecutivo nelle ultime tre partite. Il problema attacco, con un Quagliarella sempre più smarrito, rimane e chissà se andando avanti, per controbilanciarlo, sarà sufficiente una difesa ermetica. Brodino caldo per Gasperini: squadra con tante assenze e stanca per l’ennesimo tour de force di impegni tra campionato e Champions League. Senza Ilicic e Zapata, negli ultimi 20 metri mancano fantasia e forza fisica.

LA PARTITA - Gasperini deve fare i conti con pesanti assenze in attacco: non ci sono né lo squalificato Ilicic né l’infortunato Zapata. Tocca a Gomez e Muriel, supportati da Malinovskyi. De Roon torna a occupare il suo posto in mediana. Ranieri si riaffida a Quagliarella, con partner offensivo Bonazzoli. Vieira è preferito a Bertolacci.

E’ l’Atalanta a dettare il ritmo attraverso il consueto fitto fraseggio. Manovra ad ampio respiro, con Gomez a tutto campo e Pasalic in percussione per vie centrali. E’ Vieira ad avere il compito principale nel copione di Ranieri: spezzare le azioni orobiche, arrestarne la sfiancante pressione e avviare le ripartenze come al 10’ quando, sull’asse Bonazzoli-Jankto,  nasce la prima palla gol dell’incontro. Il freddo gioca un brutto scherzo al giovane attaccante della Samp. L’azione termina con il suo infortunio: problemi all’adduttore, Ranieri lo sostituisce con Caprari.

L’Atalanta non riesce a far saltare il fortino della Samp, la cui linea a 4 difensiva si muove in perfetta sincronia per tutto i primo tempo: al 32’ Toloi si rende pericoloso con una girata, al 45’ Audero ben respinge una punizione di Malinovskyj.

La Sampdoria riparte con un piglio maggiormente aggressivo.  Al 48’ Jankto, ben servito da Caprari, si fa chiudere lo specchio da Gollini, protagonista di una temeraria ma efficace uscita. Gasperini prova a spostare gli equilibri con gli innesti di Arana e Barrow. L’Atalanta torna così prepotentemente a tambureggiare nella tre quarti dei padroni di casa ma alla mezz’ora un ingenuo intervento a centrocampo su Vieira costa il secondo giallo a Malinovskyj. Non è un freno all’insistente pressione offensiva della squadra di Gasperini, ugualmente la Sampdoria, pur se in superiorità numerica, fatica a uscire dall’angolo. All’81, da sinistra, lo spunto di Caprari obbliga Gollini alla parata a terra. E’ l’ultima chance della gara. Il punto, per ragioni diverse, sta bene a entrambe.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma