ROMA

Roma, Fonseca sceglie il killer Mertens: Petrachi al lavoro per strappare il sì al belga

Giovedì 30 Gennaio 2020 di Ugo Trani
1
Dries Mertens

Petrachi, con la supervisione di Fienga che è l’unico riferimento del futuro proprietario Friedkin, già guarda all’estate. E si muove, con largo anticipo, sul mercato, seguendo le indicazioni di Fonseca che ha chiesto 3 rinforzi per la nuova Roma (da aggiornare poi in ogni reparto). Eccoli: l’attaccante che porti in dote gol in doppia cifra e capace di fare sia l’esterno che il vice Dzeko; la coppia di terzini, destro e sinistro, per arricchire la difesa a 4. Titolari, soprattutto la punta, più che ricambi. Il portoghese, prima di Natale, è uscito allo scoperto con il ds. E, dando la priorità all’attaccante, gli ha indicato chi renderebbe più efficace il tridente offensivo. «Mi serve un killer in area di rigore». E il profilo ideale per il suo sistema di gioco: Mertens. Il belga del Napoli, 33 anni il prossimo 6 maggio, sarà libero il 30 giugno: contratto in scadenza. Il club partenopeo sa che sarà complicato trattenerlo, anche perché De Laurentiis non è disposto ad accontentarlo sull’ingaggio. Trattativa sospesa e spostata a metà febbraio: l’acquisto annunciato di Petagna (con trasferimento, però, a fine stagione) conferma che il Napoli dà Dries per perso.

NEGOZIAZIONE IN CORSO
La Roma, a fine 2019, ha invece aperto il contatto con l’entourage del calciatore e impostato il piano per portarlo nella Capitale. L’investimento, pur non dovendo pagare il cartellino, sarebbe comunque di primo piano: triennale da 4 milioni netti, bonus d’entrata di 5 e premio alla firma per il manager di 3. Operazione da circa 30 milioni (compreso lo stipendio lordo nelle 3 stagioni). L’acquisto, considerata l’età del belga, sarebbe in contrasto con il nuovo corso che punta sui giovani e su giocatori di 26-27 anni (gli over 30, invece, solo in prestito: vedi Mkhitaryan e Kalinic). Lo strappo alla regola, però, diventerebbe possibile per le caratteristiche di Mertens, titolare a sinistra e centravanti di scorta. Nella sede di viale Tolstoj sanno di dover ancora affrontare l’ultimo ostacolo. Non è l’ingaggio, ma il sì di Dries. Che, legatissimo al Napoli, preferirebbe andare all’estero per non passare da traditore. Il Chelsea sta tentando la società partenopea che ha rifiutato l’offerta di 7-8 milioni. Ne servono più di 10. Giuntoli, tra l’altro, ha chiesto di inserire Emerson nel discorso. Decisive le prossime ore. Petrachi, intanto, è già davanti a Marotta. Poi toccherà a Fonseca difendere il 4° posto per convincere il belga. Con la Champions che verrà.

Ultimo aggiornamento: 12:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA