Il Napoli non si ferma più: 3-1 al Torino e primato solitario in classifica. Doppietta di Anguissa

Il Napoli non si ferma più: 3-1 al Torino e primato solitario in classifica. Doppietta di Anguissa
di Pasquale Tina
3 Minuti di Lettura
Sabato 1 Ottobre 2022, 17:01 - Ultimo aggiornamento: 2 Ottobre, 17:48

NAPOLI – Il Napoli mette la quarta (vittoria) in campionato e supera con un netto 3-1 l’ostacolo Torino. Basta mezz’ora di grande calcio per mettere alle corde i granata ai quali non basta una buona ripresa per rientrare davvero in partita. Sorride Spalletti: la sosta non ha abbassato il livello delle prestazioni del suo Napoli, trascinato da un sontuoso Anguissa. Doppietta per il centrocampista e la sensazione di essere dominante in mediana. Convincono pure Raspadori, Kvaratskhelia e Politano.

LE SCELTE INIZIALI

Spalletti sceglie Raspadori come centravanti e non fa nessun esperimento. Tocca al miglior Napoli con il rientro di Politano sulla fascia destra. Juric, invece, punta su Miranchuk che completa il tridente offensivo con Vlasic e Sanabria. Il Napoli parte fortissimo. O meglio lo fa Frank Anguissa che addirittura si concede il lusso di una doppietta in dodici minuti. Sblocca il risultato al 6’: Mario Rui crossa dalla sinistra, il centrocampista svetta in area su Buongiorno e segna l’1-0.  Al 12’ festeggia ancora: Politano lo serve sulla corsa, Anguissa parte da destra, arriva in area e supera Milinkovic sul suo palo. E’ un doppio gancio che fa male al Torino che non riesce a prendere le misure a Raspadori. L’attaccante non dà riferimenti a Buongiorno e consente gli inserimenti dei centrocampisti. I granata avanzano il baricentro  e il Napoli ha lo spazio per ripartire. E’ la situazione ideale per chiudere alla partita. Al 37’ Zielinski lancia in verticale Kvaratskhelia: Djidji è fuori posizione, Lukic prova ad inseguirlo invano e il georgiano segna il 3-0. Il Toro ha un sussulto alla fine del primo tempo e torna in gara con la conclusione di Sanabria che per poco non sfiora la doppietta con un colpo di testa (su cross di Vlasic), alto sulla traversa.

POLITANO SFIORA IL POKER, TORO CONCRETO

I granata cercano di riaprire la gara mettendo in difficoltà il Napoli con grande aggressività. Gli azzurri hanno la possibilità di chiudere i conti, Politano supera Rodriguez ma la conclusione si spegne sull’esterno. Spalletti fa i primi cambi dopo venti minuti: entrano Simeone e Ndombele, poi tocca a Lozano al posto di un Politano con i crampi. Juric si affida a Radonjic, poi si fa espellere al 28’ per proteste perché l’arbitro non fischia un contatto tra Mario Rui e Singo. Il Toro spinge e ha una buona occasione con Radonjic, subentrato a Miranchuk, su cui Meret fa buona guardia. Di Lorenzo sfiora il 4-1 con un diagonale fuori di poco. Finisce così. Il Napoli vince ed è primo da solo in attesa dell’Atalanta.

Il tabellino

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Rui (36’ st Olivera); Anguissa, Lobotka, Zielinski (17’ st Ndombele); Politano (23’ st Lozano), Raspadori (17’ st Simeone), Kvaratskhelia (36’ st Elmas). In panchina: Marfella, Sirigu, Demme, Jesus, Elmas, Zerbin, Zedadka, Ostigard, Zanoli. All. Spalletti.

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic; Djidji, Buongiorno, Rodriguez (40’ st Schuurs); Singo (40’ st Karamoh), Lukic, Linetty (29’ st Adopo), Lazaro (29’ st Aina); Miranchuk (24’ st Radonjic), Vlasic; Sanabria. In panchina: Berisha, Gemello, Bayeye, Schuurs, Zima, Ilkhan, Edera, Garbett. All. Juric.

ARBITRO: Massimi

RETI: 6’ pt e 12’ pt Anguissa, 37’ pt Kvaratskhelia, 44’ pt Sanabria

NOTE:  espulso Juric al 28’ per proteste. Ammoniti Singo, Lukic. angoli 4-4. Recupero 2’ pt, 5’ st. Spettatori 38mila circa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA