Milan flop, a Cesena (neopromosso in C) è solo 0-0

Domenica 18 Agosto 2019
A 8 giorni dall'esordio in campionato, per il Milan risuona un sinistro campanello d'allarme. L'amichevole pareggiata 0-0 contro il Cesena doveva essere la grande prova generale verso Udine ma solo un fuorigioco millimetrico di Valeri (gol annullato al 17') e una gran parata di Donnarumma (82') su un colpo di testa ravvicinato di Butic salvano i rossoneri da una incredibile sconfitta contro una neopromossa in Serie C. La prestazione della squadra di Giampaolo - davanti ad Arrigo Sacchi e all'attuale dirigenza, esordio per Leo Duarte - è brutta nella forma e scadente nella sostanza, sulla falsa riga di quella già vista in Kosovo settimana scorsa e ben lontana dalle buone indicazioni americane: ritmi compassati, poca qualità in mezzo e attacco mal supportato e con movimenti ancora tutti da registrare.
Piatek chiude il pre-campionato senza gol e per osservare la prima vera parata di Agliardi bisogna aspettare il 76', su un pericoloso colpo di testa di Paquetà (già il faro del gioco di Giampaolo, la squadra migliora visibilmente nella manovra a seguito del suo ingresso) dopo una bella sgroppata di Kessie (alla prima stagionale, tra i più pimpanti nonostante i pochi allenamenti sulle gambe).
Lo stesso Giampaolo ammette le difficoltà e non nasconde una certa dose di preoccupazione: «Dobbiamo ancora mettere a posto un sacco di cose e inserire i nuovi arrivati. La partita è stata impegnativa sul piano fisico, contro un avversario di valore. I miei hanno avuto l'atteggiamento giusto e non si sono risparmiati ma la strada da percorrere è lunga e tanta perché giocare ambiziosi, lasciando 50 metri di campo dietro i difensori, è un rischio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Fermiamo i furti di cani». L’appello social dei padroni

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma