Lega di A, club divisi sui diritti tv: nuovo rinvio su Mediapro

Luigi De Siervo
1 Minuto di Lettura
Lunedì 25 Novembre 2019, 16:03 - Ultimo aggiornamento: 19:00

Nuovo rinvio, almeno fino al 16 dicembre, nella trattativa fra Lega Serie A e Mediapro per il canale tematico dal triennio 2021-24. L'assemblea infatti non ha approvato una controproposta di accordo redatta dalla commissione diritti tv della Lega, alla luce di quella formulata dagli spagnoli a inizio novembre dopo mesi di negoziati. A quanto si è appreso, a fronte di 10 'sì', 6 club hanno votato 'nò (Bologna, Roma, Torino, Inter, Milan, Lecce), si sono astenuti Fiorentina, Juventus e Napoli, mentre il Sassuolo era assente per il lutto che ha colpito la famiglia Squinzi. Non è stata messa ai voti la proposta di Mediapro, mentre con 18 voti favorevoli l'assemblea ha deciso di «migliorare il testo» della commissione «entro l'assemblea del 16 dicembre», ha spiegato l'ad della Lega, Luigi De Siervo, chiarendo che «non c'è stata nessuna bocciatura. Si è deciso di migliorare il testo sotto alcuni aspetti, quello più rilevante è quello legato ai pagamenti, alle fideiussioni, al cash flow - ha chiarito De Siervo -: bisogna essere perfettamente sicuri che il nuovo modello non crei contraccolpi sui flussi di pagamento. Ma questo significa che siamo a un passo, nella direzione giusta. Una bocciatura ci sarebbe stata se fosse stata bocciata la proposta di Mediapro». Sono state invece approvate con 18 favorevoli e il Napoli contrario le linee guida per il bando dei diritti tv rivolto ai broadcaster.

© RIPRODUZIONE RISERVATA